Addio ad Enrico Bartoletti, esponente di spicco della cooperazione repubblicana

Aveva 98 anni, nel 1943 fu tra i reduci del fronte russo. Tra i fondatori dell’Acmar, della Uil e dell’Agci, è morto il 9 febbraio, anniversario della Repubblica romana

Bartoletti

Enrico Bartoletti

Il mondo dei repubblicani è in lutto per la morte di Enrico Bartoletti, 98 anni, fondatore di tante cooperative in area Pri, a lungo presidente dell’Associazione ravennate del Fante. Bartoletti era un reduce dal fronte russo nel 1943, di fede mazziniana e iscritto al PRI fin dal 1945. Tra i fondatori dell’Acmar, della Uil e dell’Agci.

Lo ricorda Giannantonio Mingozzi, ex vicesindaco che in Comune gli consegnò la medaglia d’onore del 150 dell’unità d’Italia per il suo impegno civico ed il suo spirito patriottico. “Ci ha lasciato proprio il 9 febbraio, anniversario di quella Repubblica Romana, tra i primi a celebrarla ogni anno; Bartoletti è stato protagonista della cooperazione laica e repubblicana a Ravenna ed in Italia, apprezzato come galantuomo della Repubblica, come lo abbiamo sempre chiamato, coraggioso interprete anche delle novità che ha costruito nella cooperazione; un repubblicano appassionato, conclude Mingozzi, che per tutta la sua vita ha difeso doveri e diritti come pochi altri”. Il funerale oggi, lunedì, alle 13.30, presso la Camera mortuaria dell’ospedale civile di Ravenna, con partenza poi per il cimitero di Cannuzzo di Cervia, sua frazione di origine.

CONAD APRILE MRT2 01 – 30 04 19
DECO – PIADINA LORIANA CULT LEAD SPETTACOLI 01 01 – 31 12 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19