«Erbacce, furgoni e quel cartello stradale in piazza San Francesco davanti allo Iat»

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione con tanto di fotogallery di un lettore che si lamenta dello stato di piazza San Francesco e dintorni, in centro a Ravenna.

«Di Dante a Ravenna si straparla da qualche anno a questa parte, complice la ricorrenza del 2021, eppure il contenitore (allargato) che ne contiene i resti mortali non è esattamente al centro delle attenzioni di questa amministrazione, esattamente come non lo è stato per quelle che l’hanno preceduta. Nel selciato di Piazza San Francesco si lascia crescere l’erba, negli interstizi tra una pietra e l’altra e, per agevolare la formazione di quegli interstizi, si continua colpevolmente a chiudere entrambi gli occhi sui furgoni che quotidianamente utilizzano la piazza per fare inversione ed uscire dal cul de sac di via Corrado Ricci. L’erba nel selciato è visibile anche con google street view: ne sarà fiero lo smart assessore che ha la delega anche del Turismo. Siccome al peggio non c’è limite, da tempo un cartello stradale è inspiegabilmente legato con filo di ferro alla recinzione del giardino intitolato a Rinaldo da Concorezzo: nessuno lo avrà notato, men che meno lo avranno notato dal prospiciente ufficio turismo, ufficio al quale il decoro della città dovrebbe stare a cuore».
Enrico Bonfatti

RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21
IDROZETA BILLB TOP 11 06 – 30 09 21
CONAD LIBRI SCUOLA BILLB 01 – 30 09 21