Raccolta fondi per “Zuga Zuga”, il festival che unisce gioco, educazione e cultura

Promosso e organizzato dalla cooperativa La Pieve: appuntamento il 18 e 19 aprile a Ravenna: un’enorme ludoteca con giochi da tavolo, di carte e di ruolo e verranno ospitate realtà nazionali, case editrici e associazioni specializzate. Oltre al gioco momenti di approfondimento

Risiko Gigante“Zuga Zuga”, espressione in dialetto romagnolo che signicica “Gioca gioca”, è il nome del primo Festival del Gioco e dell’Educazione che si terrà a Ravenna sabato 18 e domenica 19 aprile. L’evento è promosso dalla cooperativa La Pieve: per sostenere la realizzazione è aperta fino all’8 aprile una raccolta fondi sulla piattaforma Idea Ginger. La coop si è posta come obiettivo il raggiungimento della cifra di 2.500 euro, alla quale si può contribuire con un’offerta libera o scegliendo uno degli importi già presenti su Ideaginger (dai 10 ai 500 euro) e per i quali sono previsti gadget e ringraziamenti speciali. La banca Bcc ravennate, forlivese e imolese si impegnerà a donare il 20 percento dell’importo totale una volta raggiunto l’80 percento dell’obiettivo.

Zuga Zuga Festival si terrà all’interno del Salone delle Feste di via Faentina 248 a Ravenna e prevede un programma incentrato sul connubio tra gioco, educazione e cultura, rivolgendosi a famiglie, insegnanti ed educatori. Verrà allestita un’enorme ludoteca con diversi tavoli in cui giocare gratuitamente con giochi da tavolo, di carte e di ruolo e verranno ospitate realtà nazionali, case editrici e associazioni specializzate. Oltre al gioco ci saranno dei momenti di approfondimento, in particolare sabato 18 aprile, dalle 9 alle 11, la conferenza “Giocando si educa! Più educatori ludici per tutti”, a cura di Gabriele Mari, e dalle 11 alle 13 l’intervento di Andrea Ligabue “Didattica Ludica – dal Play Modena alle aule».

Zuga Zuga«Zuga Zuga è un nuovo tassello del progetto Tuttingioco al quale la nostra cooperativa lavora da diversi anni – afferma Christian Rivalta, vicepresidente La Pieve – e che ci vede impegnati nell’utilizzo del gioco come strumento educativo. Tutto è nato dall’intuizione di un nostro socio ed educatore che ha iniziato a utilizzare i giochi da tavolo nel suo lavoro quotidiano con i bambini e i minori affetti da autismo. I giochi da tavolo, con le loro regole e le sfide, si sono dimostrati efficaci su vari livelli di apprendimento. Visto il successo dell’iniziativa abbiamo deciso di esportarla all’esterno del mondo della disabilità e, grazie alla collaborazione con Professor Cobblepot Games e Consorzio Solco Ravenna (al quale siamo associati), abbiamo dato vita alla figura dell’Educatore ludico: una nuova professionalità che utilizza il gioco da tavolo come strumento educativo in ogni contesto, dalle scuole agli oratori, fino alle carceri. Un festival dedicato a questo argomento ci consentirà di far conoscere a più persone possibili la potenza educativa del gioco».

 

CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20