Il bagno Peter Pan “costretto” a limitare gli ingressi e a chiudere in anticipo

«Non è facile far rispettare le norme, la gente crede che il rischio non ci sia più. Soprattutto all’aperitivo…»

Bagno Peter PanBagno ormai storico di Marina di Ravenna, lo scorso anno ha spento infatti le venti candeline, il Peter Pan è amato da una fedele platea di avventori e dagli amanti dei cocktail e dell’aperitivo, come sa chiunque sia passato al 36 di viale delle Nazioni nel weekend.

Attachment (26)Quest’anno ha aperto i battenti in ritardo come tutti, anzi un po’ più tardi degli altri perché sulla sua spiaggia aveva nidificato il fratino, ma ora lavora a pieno regime già da alcune settimane. Oggi quando si entra non si possono non notare le enormi frecce per terra che indirizzano gli ospiti, i dispenser di igienizzante un po’ ovunque, tutto il personale con la mascherina intento a pulire costantemente tavoli, sedie e altre superfici. Ma non solo.

«Abbiamo ridotto della metà circa i coperti – spiega Stefano De Ruvo, 46 anni, uno dei soci che ha costruito questa realtà negli anni – abbiamo un po’ distanziato gli ombrelloni rinunciando a due campi da racchettoni, abbiamo chiuso il basket e fatto portare via i giochi per i bambini perché sapevamo che non saremmo riusciti a gestirli così come impongono le norme, di fatto con un numero chiuso, abbiamo soprattutto ridotto drasticamente il numero di lettini con cui noi abbiamo sempre lavorato tanto, ma devo dire che è tutto molto complicato, le norme non sono sempre chiarissime e soprattutto hanno continuato a cambiare in corsa».

Tra i cambiamenti più drastici per il bagno c’è anche la sospensione della tradizionale rassegna di concerti del sabato alle 18 curata da Francesco Plazzi e le collaborazioni con Spiagge Soul, mentre l’1 luglio prenderà il via un ciclo di concerti e incontri musicali curati da Luigi Bertaccini. Si comincia con la dj radiofonica Paola De Angelis e una serata dedicata a London Calling dei Clash, per poi proseguire con i live di una serie di artisti locali come Antonio Gramentieri, Moder, Giacomo Toni, il Duo Bucolico. Per un pubblico seduto ai tavoli del ristorante, rigorosamente su prenotazione. «Ci proviamo, è un segnale di resistenza, ma anche qui, ancora non è chiarissimo cosa possiamo o non possiamo fare, noi cerchiamo di applicare le norme nel modo più stringente possibile, ma non è facile anche perché tra le persone sembra prevalere l’idea che il rischio ormai non ci sia più, soprattutto in spiaggia, soprattutto all’ora dell’aperitivo».

Non a caso, al Peter Pan in questa strana estate 2020 il personale addetto alla sicurezza ha soprattutto il compito di invitare a tenere le distanze di un metro tra le persone, e nel weekend scorso ha contingentato gli ingressi fino a una chiusura anticipata del bagno alle 21. «Il punto è che noi lavoriamo quanto gli scorsi anni, ma vista la situazione così incerta, avevamo preso meno personale del solito e adesso invece ci farebbe comodo. Non ci lamentiamo, ovviamente, ma non si può nemmeno negare che quest’anno per noi lavorare sia più difficile che mai».

RAVENNANTICA – CLASSE CHIARO LUNA BILLB 30 06 – 31 07 20
OASI BEACH – BILLB MID1 09 – 15 07 20
RAVENNANTICA – CRE BILLB 15 06 – 09 08 20
ART E PARQUET BILLB TOP 25 06 – 09 07 20
CONSAR HOME BILLB 03 – 09 07 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 07 20