Raccolte 500 firme in una settimana per chiedere un bike park a Ravenna

Il primo firmatario: «Sempre più appassionati, ma manca uno spazio sicuro, grande, moderno e multidisciplinare»

Emiliano Galanti

Emiliano Galanti

500 firme in una settimana. È questo il primo traguardo raggiunto dalla petizione che chiede di realizzare anche a Ravenna un Bike Park lanciata dal Comitato Amici del Ciclismo Ravenna.

«L’emergenza COVID ha sicuramente accentuato il bisogno di stare all’aria aperta in sicurezza e la bicicletta è uno dei mezzi più sicuri e amati – afferma Emiliano Galanti, primo firmatario della petizione –. Ma quello che è emerso chiaro negli ultimi anni è che sempre più persone si sono appassionate al ciclismo su strada e alla mountain bike. Basta fare una passeggiata nella pineta di Classe in una qualsiasi domenica dell’anno e conterete centinaia di persone, di tutte le età, che si divertono pedalando nella natura. Quello che però manca a Ravenna è uno spazio sicuro, grande, moderno e multidisciplinare che permetta ai bambini e ai ragazzi della città di praticare, appassionarsi e allenarsi in sicurezza, in un ambiente stimolante dal punto di vista sportivo ma anche sociale. Ci sono esperienza in Italia e in Europa a cui ispirarsi e a cui guardiamo con attenzione e sempre un pizzico di invidia. Questa petizione la intendiamo come un’occasione in cui tutti gli appassionati della bicicletta e del ciclismo della città possano riconoscersi e far sentire quanto sia forte il bisogno di un’infrastruttura di questo tipo anche a Ravenna».

La raccolta firme per spingere l’amministrazione comunale a sposare l’iniziativa prosegue sul sito change.org/ravennabikepark

ORIGINAL PARQUET BILLB MID1 FISSO 13 – 19 04 21
RAVENNANTICA MOSTRE TAMO BILLB TOP 08 04 – 30 06 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 30 04 21