Ravenna a San Benedetto del Tronto a caccia di una cinquina per alzare l’obiettivo

Calcio C / La trasferta di domani in terra marchigiana apre un trittico di gare molto difficili ma i giallorossi, sulla scia delle quattro vittorie consecutive, inseguono l’impresa da record. Antonioli: «Occhio, però, perché non siamo ancora salvi»

Salvatore Papa B98A3694

Il centrocampista giallorosso Salvatore Papa in azione

Scritta la storia, resta l’epica. Con una classifica ammiccante, una salvezza ormai dietro l’angolo, uno stato di salute fisica e tecnica al massimo livello, un carico di entusiasmo e di motivazioni rilevante, il Ravenna può ambire a osare, a spingersi oltre la soglia già raggiunta. Le quattro vittorie consecutive costituiscono il top di questo campionato ma eguagliano anche tre serie raggiunte da altrettante squadre giallorosse nei campionati di C nell’era della vittoria da tre punti: quella di Adriano Buffoni (dalla 18ª alla 21ª) nel ‘94/95, quella di Rumignani (dalla 22ª alla 25ª e dalla 28ª alla 31ª) nel ‘95/96 e quella di Pagliari (dalla 24ª alla 27ª) nel 2006/07. Andare oltre significa centrare la quinta vittoria di fila: non c’è riuscito nessuno in questo campionato e, sempre nell’era dei tre punti in C guardando la storia giallorossa, c’è riuscito solo il Ravenna di Pagliari (sempre nel 2006/07 dall’8ª alla 12ª) e in quella striscia il quinto hurrà arrivò proprio contro la Sambenedettese, cioè lo stesso avversario che Lelj e compagni sfidano domani, sabato 31 marzo (ore 16.30, allo Stadio Riviera delle Palme, arbitra Diego Provesi di Treviglio).

Un precedente che dà coraggio, un ricordo che può dare ulteriori stimoli a provare a osare, per portare a casa altri punti per la classifica ma anche per iniziare nel migliore dei modi un trittico di gare in nove giorni che fa tremare i polsi (domani la Samb, mercoledì la Feralpisalò nel recupero della 28ª e poi la Reggiana al Benelli domenica prossima). «La nostra mentalità, l’annata scorsa in D, e adesso in questa stagione, è sempre stata quella di giocare per fare risultato e per vincere – ricorda il tecnico Mauro Antonioli – e solo se ci accorgiamo che non riusciamo a vincere, fare in modo di non perdere. Ci sono tutte le condizioni per giocarcela con animo sereno, ma questo non deve distrarci dalla nostra realtà: non siamo ancora salvi e non dobbiamo farci prendere dall’euforia o dalla rilassatezza, né dobbiamo pensare di essere arrivati. Ci aspettano tre gare impegnative in una settimana: partite belle da giocare, stimolanti ma serviranno attenzione, concentrazione e voglia di lottare, sia perché non abbiamo ancora raggiunto l’obiettivo primario della nostra stagione, anche se la classifica adesso ci sorride, sia perché non vogliamo perdere quel vantaggio che ci siamo costruiti con il lavoro quotidiano».

CONAD BIRRA O HARAS HOME MRT2 18 – 24 07 19

La Sambenedettese è una delle corazzate di questo girone, è seconda in classifica, è in serie positiva da cinque partite e nelle ultime nove ne ha persa solo una. Tutti disponibili in casa giallorossa, a eccezione di Lucarini e Ierardi, che però è rientrato in gruppo: 23 i convocati che saliranno sul pullman per San Benedetto del Tronto. «La Samb sta facendo bene, ha un organico di assoluto rilievo per la categoria e tatticamente non dà punti di riferimento, cambiando spesso modulo anche all’interno della stessa gara. Sarà dura, in un ambiente caldo, ma ce la giocheremo. Stiamo bene, siamo in fiducia e la squadra ha dato l’accelerazione nel momento giusto, come era accaduto anche nel campionato scorso: merito dello staff e della società che ci ha permesso di lavorare sempre nella massima tranquillità, dandoci fiducia. Speriamo – termina Antonioli – di continuare così fino al termine della stagione».

Il programma (33ª giornata): sabato 31 marzo, ore 14.30, Fano-Albinoleffe, Renate-Mestre, Gubbio-Teramo; ore 16.30, FeralpiSalò-Bassano, Padova-Pordenone, Sambenedettese-Ravenna, Vicenza-Santarcangelo; lunedì 2 aprile, ore 15, Reggiana-Sudtirol. Riposo: Fermana e Triestina.

Classifica: Padova (28 gare disputate) 54 punti; Sambenedettese (28) 46; Reggiana (27) 44; Bassano (29) e Sudtirol (28) 43; Feralpisalò (28) 42; Mestre (28) e Pordenone (30) 41; Triestina (29) e Renate (28) 38; Albinoleffe (28) 36; Ravenna (27) 35; Fermana (29) 33; Teramo (29) 31; Gubbio (28) 28; Vicenza° (27) 27; Santarcangelo* (28) 26; Fano (27) 25 (*un punto di penalizzazione; °4 punti di penalizzazione).

RAVEGAN HOME BILLB MID1 15-31 07 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19
COLDIRETTI – MERCATO CONTADINO ORARI LEAD MID2 16 – 31 07 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19