Morto in pista: tre indagati per omicidio colposo, due moto e circuito sequestrati

Il 47enne piemontese Marco Buzzi è stato travolto da un altro centauro durante un allenamento sul tracciato di Pezzolo

Buzzi

Marco Buzzi

Per l’incidente sportivo accaduto nel pomeriggio del 21 gennaio sul circuito di motocross a Pezzolo di Russi in cui ha perso la vita il 47enne motociclista piemontese Marco Buzzi ci sono tre persone indagate per omicidio colposo. Lo si apprende dalla lettura dei quotidiani locali, Resto del Carlino e Corriere Romagna. Nel registro del indagati, come atto dovuto per lo svolgimento delle indagini, figurano i nomi del motociclista riccionese che ha investito la vittima, dell’uomo che aveva in gestione il terreno su cui sorge l’impianto e del responsabile della società sportiva che aveva in uso il circuito per una sessione di allenamento. La procura ha disposto il sequestro dell’intero tracciato e delle due motociclette coinvolte nell’incidente.

Buzzi indossava il casco ma è morto sul colpo. Non verrà disposta l’autopsia e si attende il nulla osta della magistratura per eseguire i funerali. L’uomo viveva a Novi Ligure con la fidanzata.

CGIL BILLB MANIFESTAZIONE 8 OTTOBRE 29 09 – 06 10 22
LEGACOOP PROGETTO DARE BILLB VOTA 01 – 08 10 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
ASER LEAD BOTTOM 01 09 – 31 12 22