Oltre settanta eventi per l’autunno dantesco, attesi Franceschini e Nardella

Il 10 settembre in città, per la cerimonia dell’olio, anche il sindaco di Firenze e il Ministro. Presentato il ricco calendario guardando al 2021

Ci saranno il sindaco di Firenze, Dario Nardella, e il ministro della cultura Dario Franceschini per la cerimonia di consegna dell’olio che ogni anno si ripete a settembre: il dono portato da una delegazione fiorentina alla tomba del Sommo Poeta in Ravenna. Domenica 10 settembre la giornata si preseannuncia quindi più solenne del solito e l’auspicio è che il ministro abbia accettato l’invito anche per confermare alcuni impegni da parte del governo in vista del 2021, settecentenario della morte di Dante a cui Ravenna sta guardando da tempo per giocare un ruolo da protagonista a livello possibilmente internazionale. «Dire che rischiamo di farci “fregare” il settecentenario da Firenza non ha senso – spiega il sindaco De Pascale – noi dobbiamo invece lavorare insieme a Firenze per presentare a Roma un programma e un progetto che possa essere di interesse nazionale e di richiamo anche per il turista americano, data appunto l’universalità di Dante». E l’invito è quello alla città di contribuire a un dibattito pubblico su come cambiare il volto dell’intera zona dantesca, come più volte annunciato. Ancora nulla di concreto sul tavolo, ma la certezza che i fondi si troveranno una volta che ci sarà un’idea forte. E la conferma che interventi importanti riguarderanno piazza Caduti. Intanto, un po’ del 2021, spiegano l’assessora alla cultura Elsa Signorino e il sindaco Michele de Pascale, è già qui, per quanto riguarda la programmazione degli eventi in particolare. Dante per Ravenna è infatti una programmazione vastissima che coinolge istituzioni culturali blasonate così come esperienze più contemporanee, appuntamenti ormai storici con esperimenti e novità. «Questo programma è un po’ più di ciò che era lo scorso anno – ha detto il sindaco – e un po’ meno di ciò che sarà l’anno prossimo. Ma il percorso è tracciato affinché si continui a crescere fino al 2021 perché poi tutto ciò si stabilizzi e si consolidi negli anni a seguire».

Enrico D'elia

Il volto di Dante secondo Enrico D’Elia per Dante Plus

Un autunno ricchissimo che, come ha sottolineato l’assessora Signorino, ha avuto un prologo primaverile importante e già proiettato al 2021, ossia il convegno di studi internazionali e l’Inferno del teatro delle Albe nell’ambito del Ravenna Festival (non a caso proprio a Marco Martinelli ed Ermanna Montanari andrà il lauro dantesco, quest’anno). E che è di fatto già iniziato con il progetto Dante in Rete e la letture integrale della Commedia da parte di comuni cittadini a cui hanno preso parte anche Assessore e Sindaco (un’altra dimostrazione, secondo il primo cittadino, della risposta positiva della città alle “chiamate” su Dante, come era accaduto appunto con il lavoro teatrale dedicato alla prima cantica dalle Albe).

FAMILA – HOME MRT2 14 – 20 11 19

Ma cosa ci aspetta quindi nei prossimi mesi? Una settantina di appuntamenti in una trentina di spazi organizzati da una pluralità di soggetti appunto. Dal festival Dante 2021, che apre il 13 settembre, alle letture dantesche, alla Commedia nel mondo (quest’anno si parla di una preziosa traduzione in francesce, dopo aver fatto il giro del mondo dal punto di vista linguistico), da Dante Plus a cura di Bonolabo (inaugurazione il 9 settembre all’Oriani) fino al Dante esule di Giampiero Corelli che sarà allestita alla stazione di Ravenna e poi sarà itinerante nel forese, dalle conversazione dantesche in Classense alla performance che vedrà insieme detenuti del carcere e studenti del Liceo Classico e ancora dalle letture di Nati per Leggere al nuovo allestimento dei mosaici ispirati alla Commedia nel chiostro di Tamo fino alle passeggiate in pineta.

Intanto, appunto si comincia in pompa magna il 10 settembre quando, in occasione delle celebrazioni ufficiali, ci sarà prima la messa celebrata dal vescovo e poi la lectio magistralis alle 11 in Classense, a cura di Marco Petoletti, docente di Letteratura latina medievale e umanistica all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. E, soprattutto, in città ci saranno gli ospiti d’onore, il primo cittadino di Firenze e il ministro alla cultura.

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
RAVEGAN HOME BILLB 11 – 24 11 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19