A Sara e Matylda il premio Gaem di Ravenna per giovani mosaicisti

Le due opere vincitrici andranno a far parte della collezione Mosaici Contemporanei del Mar. Ora esposte, con altre 11 creazioni selezionate, alla Classense fino al 26 novembre

Sara Vasini Mosaico

Sara Vasini, “Pavimento in cassetto (così i sogni restano con i piedi per terra)”

Sono Sara Vasini e Matylda Tracewska, le vincitrici assolute della quarta edizione del concorso Gaem – Giovani artisti e mosaico – dedicato a stimolare una ricerca artistica e critica sul mosaico. In particolare, la prima giovane artista – con l’opera Pavimento in cassetto (così i sogni restano con i piedi per terra – ha vinto il Premio Orsoni Smalti Veneziani, riferibile a un linguaggio formale tradizionale per «l’originalità e la resa poetica unita a un’alta qualità tecnica ed esecutiva». La seconda invece, con il suo Senza titolo, si è aggiudicata l Premio Nicola Cingoli, consacrato invece a forme innovative, proprio per la «sperimentazione linguistica, nel rispetto della sintassi musiva, che inverte l’ordine spaziale della composizione poetica e mina l’affidabilità della percezione».
Il regolamento prevede che le due opere vincitrici entrino a far parte della collezione Mosaici Contemporanei del Mar nell’intento di promuovere la continuità di un’indagine sulle possibilità espressive del mosaico, nel panorama dell’arte contemporanea.

A sceglierle è stata una commissione di esperti – formata dal presidente Maurizio Tarantino, Paola Babini, Gian Piero Brovedani, Claudia Collina, Pino Bisazza, Maria Lucrezia di Bonaventura, Leonardo Pivi, Marcello Landi, accanto ai curatori Linda Kniffitz e Daniele Torcellini – che, in un primo momento, ha individuato le tredici opere di altrettanti artisti under 40 provenienti da tutto il mondo.

CONAD MAGGIO MRT2 01 – 31 05 19
Matylda Tracewska Mosaico

Matylda Tracewka, “Senza titolo”

Oltre a Vasini e Tracewska, si tratta di Giulia Buonanno, Laura Carraro, Marco De Santi, Michele Dibari, Tatsiana Dubouskaya, Aude Fourrier, Akiko Hatano, Kim Jae Hee, Bianca Lupi, Andjelka Radojevic ed Eleonora Zannier. Le loro creazioni resteranno esposte alla Manica Lunga della Biblioteca Classense fino al prossimo 26 novembre, nell’ambito della “Rassegna biennale del Mosaico contemporaneo”. Nel 2018, poi, la mostra “Giovani artisti e mosaico” sarà allestita a Roseto degli Abruzzi, a Villa Paris, sede espositiva dell’impresa Cingoli.
«In questi anni – racconta la curatrice Kniffitz – i partecipanti hanno saputo sviluppare un proprio percorso, crescendo. Tant’è che oggi molti di loro espongono al Mar». «Oggi il mosaico – aggiunge il curatore Torcellini – è un segnale del forte recupero dell’uso della mani e delle tradizioni locali. Ed i giovani artisti di Gaem sono la testimonianza di quanto si possa essere originali anche usando tecniche tradizionali».
«Tutte le declinazioni che sta assumendo questa quinta edizione di Ravenna Mosaico – afferma l’assessore alla Cultura Elsa Signorino – hanno una loro specificità, che le rende una per una uniche e indispensabili alla piena valorizzazione e promozione dell’arte del mosaico. Con il premio internazionale Giovani Artisti e Mosaico, giunto alla sua quarta edizione, il Comune e il Mar hanno voluto dare un’importante opportunità di visibilità e di crescita a giovani artisti under 40, consentendo loro di presentare opere realizzate in piena libertà, stilistica e tecnica, dal mosaico tradizionale alle sperimentazioni di nuovi linguaggi».

CONSAR – HOME BILLB MID1 20-26 05 19
DECO – PIADINA LORIANA CULT LEAD SPETTACOLI 01 01 – 31 12 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19