Ferdinando di Annibale Ruccello, un “classico” del teatro contemporaneo

Ferdinando RuccelloAl via la Stagione dei Teatri di Ravenna con una memorabile commedia dell’autore e regista napoletano. Sabato 18 sul palcoscenico del Rasi.

Ferdinando, del compianto Annibale Ruccello, che debuttò nel 1986 per la regia dello stesso autore, è ormai un classico della drammaturgia contemporanea. Nell’agosto del 1870 in una villa vesuviana vivono in esilio volontario due donne: la baronessa Donna Clotilde, “ammalata” di disprezzo per il re sabaudo e per l’Italia piccolo-borghese nata dalla recente unificazione, e Donna Gesualda, sua cugina povera e zitella, che la accudisce e la sorveglia, che intreccia una relazione clandestina con l’unico uomo che frequenta la casa: Don Catellino, curato dotto e vizioso. L’improvviso arrivo di Ferdinando, lontano nipote della baronessa del quale si ignorava l’esistenza, porterà scompiglio nella casa, facendo emergere passioni sopite, vizi e rancori. Questo nuovo allestimento, per la regia di Nadia Baldi, vede in scena Gea Martire, Chiara Baffi, Fulvio Cauteruccio e Francesco Roccasecca.
Al Teatro Rasi di Ravenna sabato 18 novembre. Inizio spettacolo ore 21

Abbonamenti fino a sabato 25 novembre. Biglietteria Teatro Alighieri tel. 0544 249244 – Ravenna Teatro tel. 0544 36239.

Info: ravennateatro.com

MOSTRA ALLA NATURA PALAZZO SAN GIACOMO BILLB 17 06 – 25 09 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
RFM 2022 PUNTI DIFFUSIONE AZIENDE BILLB 16 06 – 21 07 22
CONSAR BILLB 01 – 10 07 22