Ravenna “Viso-in-aria”, le video interviste: Roberto Battistini e Alessandro Braga

La parola alle compagnie ravennati protagoniste della stagione al Rasi. Una iniziativa editoriale di Ravenna Teatro, Les Bompart produzioni e R&D/Reclam

Braga Rivalta

Gli attori Elisabetta Rivalta e Alessandro Braga

Una vera e propria chiamata a tutte le realtà che fanno teatro nel territorio ravennate è quella che Ravenna Teatro ha rivolto per questo difficile avvio della stagione teatrale dopo la chiusura dovuta alla pandemia. E mentre ancora non è del tutto chiaro cosa ci aspetterà su questo fronte nei mesi a venire, sappiamo per certo che il Rasi sta accogliendo una serie di spettacoli che vedranno appunto in scena, per la prima volta in un unico cartellone dal suggestivo titolo “Viso-in-aria” – citazione di un omonimo libro edito da Longo nel 2003 a firma di Marco Martinelli e Luigi De Angelis, poi divenuto anche progetto di ambito teatrale – tutte le realtà di questa terra fertile che è ed è stata Ravenna.
Abbiamo quindi colto l’occasione straordinaria per tentare di conoscere e far conoscere ognuno dei protagonisti in brevi interviste video con un’iniziativa editoriale condivisa da Ravenna Teatro, Les Bombart produzioni e R&D-Reclam.

Qui è la volta di Roberto Battistini e Alesssandro Braga, due generazioni di animatori della storica filodrammatica Piccolo Teatro della città di Ravenna. Braga è anche in scena con lo spettacolo Destinatario sconosciuto (i dettagli in fondo all’articolo).

FAMILA MRT 24 11 – 02 12 20

“Passato, presente e prospettive del teatro filodrammatico
 in Romagna”
Incontro con Roberto Battistini, Carla Fabbri e Gianni Parmiani (
ingresso libero)

Domenica 25 ottobre, ore 15, Teatro Rasi

Destinatario Sconosciuto
con Alessandro Braga e Elisabetta Rivalta

Domenica 25 ottobre, ore 18, Teatro Rasi

Recital tratto dal breve romanzo epistolare Destinatario Sconosciuto, scritto da Katherine Kressmann Taylor. Nel libero adattamento del testo da parte del regista Alessandro Braga, un uomo d’affari, cristiano, ritorna con la sua famiglia in Germania. La sua socia in affari, un’ebrea, rimane negli Stati Uniti per proseguire l’attività lavorativa in una galleria d’arte. Lontani, i due, si scrivono. La storia è interamente raccontata attraverso una ventina di lettere, scambiate dal 12 novembre 1932 al 3 marzo 1934, nella fase d’ascesa al potere di Adolf Hitler.

 

ARKA ERGO STUDIO BILLB 12 11 – 31 12 2020
CONAD APERTI BILLB 22 03 – 31 12 20
REGIONE ER LEGALITA LEAD 30 11 – 31 12 20
ASER LEAD BOTTOM 30 11 – 20 12 20