Sciopero alla Rivoira: «L’azienda mette a rischio la sicurezza del polo chimico»

I sindacati contro la decisione dei vertici di eliminare la posizione di un operatore nei turni

Produzione 1400x868Sciopero “a freddo” (ossia continuando a garantire comunque la sicurezza del sito) alla Rivoira, azienda che opera nel settore della produzione e distribuzione di gas industriali all’interno del polo chimico di Ravenna.

La Rsu e i rappresentanti sindacali di Cgil e Cisl denunciano infatti la decisione da parte dell’azienda di eliminare la presenza di un terzo operatore in turno, a partire dal 30 ottobre, nonostante in un verbale dell’anno scorso – rivelano i sindacati – fosse stato indicato come l’organico dello stabilimento debba essere composto da tre unità (1 capo turno e 2 operatori) al fine di garantire la sicurezza in un impianto che deve garantirla a sua volta anche per tutto il distretto chimico di Ravenna. «Un’azione unilaterale – scrivono i sindacati in una nota inviata alla stampa – che è una chiara vessazione nei confronti dei lavoratori turnisti di Ravenna, trattati come numeri sena alcun rispetto».

I sindacati hanno quindi proclamato un primo pacchetto di 80 ore di sciopero “a freddo”, dal 26 al 30 novembre.

RADIS ACARI BILLB 16 – 30 09 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
ASER LEAD BOTTOM 01 09 – 31 12 22