«Ravenna va inserita in qualunque tour dell’Emilia-Romagna». Parola di Lonely Planet

In libreria la celebre guida dedicata all’Emilia-Romagna. In provincia “da non perdere anche le sorprendenti Lugo e Bagnacavallo”

78415622 836466530119467 1127189664046776320 O«Da inserire senza la minima esitazione in qualunque tour dell’Emilia-Romagna». Lo si dice di Ravenna, nero su bianco in fondo al paragrafo di introduzione sulla più autorevole e prestigiosa tra le guide turistiche, la Lonely Planet, da pochi giorni in libreria con quella dell’Emilia-Romagna, appunto.

«Senza vedere Ravenna non potrete mai cogliere appieno il passaggio tra l’arte antica e quella cristiana», si legge sotto al classico “Perché andare”, in cui si parla anche del divertimento sulle spiagge e dello shopping (tra mosaici, ceramica e prodotti enogastronomici).

Sette i punti di interesse da non perdere di tutta la provincia, secondo la Lonely Planet: i mosaici di Ravenna, naturalmente, ma anche Classe, le “sorprendenti” cittadine di Bagnacavallo e Lugo, “le spiagge ma anche le saline e i parchi naturali” di Cervia, Faenza con la sua ceramica e Brisighella, già entrata nella lista dei “Borghi più belli d’Italia”,

Ovviamente la sezione dedicata alla provincia si concentra poi in particolare sul capoluogo, toccando tutti i principali siti di interesse e senza evitare di sottolineare come sia “complessa” la gestione dei siti di interesse turistico, con vari biglietti cumulativi diversi tra loro. Si parla anche delle novità degli ultimi anni: il lato “underground” della città, lungo il canale candiano tra i localini della Darsena, e il “riuscitissimo progetto di riqualificazione dell’ex zuccherificio” di Classe, oggi Museo Classis.

Gli eventi da non perdere in città, secondo la Lonely, sono il Ravenna Festival, la biennale Ravenna Mosaico e i festival di genere Nightmare Film Fest e GialloLuna NeroNotte, mentre “il meglio” – come lo chiamano loro – dei ristoranti è rappresentato secondo gli autori dalla trattoria La Rustica e dall’Alexander, a cui vanno aggiunti nel resto della provincia l’Osteria di Piazza Nuova a Bagnacavallo e Dai Pescatori a Cervia (ma sono anche altri, naturalmente, i ristoranti e i locali segnalati nella guida, tra cui il nuovo Darsenale, frutto di un imponente intervento di recupero di un edificio di archeologia industriale in darsena a Ravenna, per esempio).

La guida costa 25 euro.

WIND BILLB MID1 01 – 24 08 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 08 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20