Il Pala Bubani è pronto: spesi 800mila euro, ora omologato per quasi mille posti

Il 4 gennaio l’inaugurazione in occasione di Faenza-Livorno (basket A2 femminile). La ristrutturazione durata due anni ha tolto i limiti di sicurezza che riducevano la capienza a 99 posti. Spesa divisa tra Comune e Regione

Palabubani

Il parquet del Pala Bubani

Sono stati completati i lavori di ristrutturazione del palazzetto dello sport “Dino Bubani” di Faenza: 800mila euro (metà a carico della Regione e metà del Comune) per un cantiere di circa due anni per adeguamento impiantistico, separazione dei percorsi pubblico/atleti e abbattimento barriere architettoniche per l’utilizzo degli spogliatoi da parte dei diversamente abili. A causa di queste carenze strutturali, il palasport era omologato soltanto per 99 spettatori (in passato poteva accoglierne oltre 1500) ma ora la capienza è passata a 774 spettatori per manifestazioni sportive e 997 per eventi di pubblico spettacolo. Si terrà sabato 4 gennaio alle 18.30, alla presenza delle autorità locali e delle società sportive, l’inaugurazione ufficiale.  A seguire il battesimo con la partita di pallacanestro femminile di serie A2 Faenza-Livorno

I lavori, progettati dal servizio Progettazione Edifici del Settore lavori pubblici dell’Unione Romagna Faentina, suddivisi in due fasi esecutive, hanno riguardato la costruzione sul lato sinistro del nuovo sistema di uscite di sicurezza per il pubblico e all’interno l’esecuzione di opere di adeguamento impiantistico e di ristrutturazione degli spogliatoi. Un intervento di rifunzionalizzazione ha riguardato anche altri percorsi secondari riguardanti la palestra di danza, la boxe, la ginnastica e l’accesso indipendente dal lato destro per le attività degli uffici delle società sportive.

CONAD RACCOLTA PLASTICA MRT2 20 – 29 02 20

Il Comune di Faenza ha finanziato i suoi 400mila euro attraverso un mutuo, ad interessi zero, contratto con l’Istituto Credito Sportivo nell’ambito dell’annualità 2017, all’interno del programma Sport-Missione-Comune.

Hanno collaborato alla realizzazione dell’intervento i tecnici:  Claudio Coveri, Massimo Donati – LL.PP – URF/ Vito Fiore, Barzagli Ilenia – Studio Archigeo/ Marco Peroni, Nicolò Minguzzi – Marco Peroni Ingegneria/ Christian Fabbi, Studio Energia/ Marco Samorini, Alessandro Rosetti – E.S.I Project/ Fabio Alboni /Paolo Ruggeri Cooprogetto. Amministrazione e rendicontazione: Catia Neri e Letizia Bosi.

Le imprese coinvolte:  La Due Bc – Città di Castello/ Taddei -Bastia Umbra/ Semi SRL – Amelia /Drenater – Rimini/ Tecnoimpianti – Cesena/ Italposa – Forlì/ Edilfab- Arezzo/ Conel Impianti -Faenza/ Edil4.0 – Faenza/ Timoncini Impianti – Faenza/ Isoltek – Faenza/ Il Pennello – Faenza/ Ferrini Lorenzo – Faenza / PubbliGraf- Forlì/ Anita Pulizie- Faenza.

ARKA ERGO STUDIO BILLB TOP E MID 24 01 – 29 02 2020
TORNERIA IN LEGNO CP BILLB TOP 30 01 – 29 02 2020
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20