De Pascale agli Stati Generali dell’Economia: «Investire in scuole e strade»

Il sindaco di Ravenna e presidente dell’Unione delle province italiane convocato a Villa Pamphili: chiederà di investire metà del Recovery Fund in infrastrutture viarie e edilizia scolastica perdare spinta alle piccole medie imprese

De Pascale Conte

De Pascale con il premier Conte in una foto di alcuni mesi fa

«Metà delle risorse del Recovery Fund istituito dall’Ue che sarà destinato agli investimenti per la ripresa dopo la pandemia deve essere utilizzato per rendere sicure strade, ponti e gallerie, per mettere al centro l’edilizia scolastica, un patrimonio che, oggi ce ne accorgiamo in tutta la drammaticità, non assicura agli studenti da 0 a 18 anni il diritto allo studio». È questo uno dei temi centrali del Piano che il presidente dell’Upi (Unione province italiane) Michele de Pascale, sindaco di Ravenna, e la delegazione delle Province porterà oggi alla riunione degli Stati Generali dell’Economia a Villa Pamphili, nella sessione dedicata agli enti locali.

«Abbiamo un’occasione straordinaria per mettere in sicurezza il Paese e per garantire al contempo una spinta immediata alla ripresa economica dando ossigeno alle piccole e medie imprese», sostiene ancora il primo cittadino ravennate. Insieme a proposte per il rilancio dei Distretti industriali a livello territoriale e alle richiesta di semplificazioni, De Pascale chiede di guardare anche lontano dai grandi centri: «È impensabile progettare un rilancio che non veda protagonisti i territori, le aree interne, il 70 percento dell’Italia lontana dalle grandi metropoli».

La delegazione dell’Unione delle Province d’Italia è stata convocata, insieme ad Anci e Conferenza delle regioni, per la sessione di lavori che avrà luogo a partire dalle 17.30.

CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20