Protezione della costa dall’erosione: interventi per 9 milioni di euro in un anno

Le opere sono iniziate nell’autunno 2019 e saranno completate dopo l’interruzione estiva. Spesa finanziata con fondi Eni nell’accordo con il Comune per le piattaforme

Mare Lido AdrianoPer proteggere la costa ravennate dal fenomeno erosivo sono stati disposti lavori di ripascimento delle spiagge, ricalibratura delle scogliere, realizzazioni, sopraelevazioni e ripristino di argini in vari punti per una spesa totale di oltre 9 milioni di euro: 7 relativi a lavori già eseguiti dall’inizio dell’autunno 2019 a fine maggio 2020 (in alcuni casi anche durante il lockdown) e 2,5 relativi a prossimi interventi. La spesa è in gran parte finanziata con fondi Eni, in alcuni casi con fondi di protezione civile e di solidarietà dell’Unione europea.

Interventi realizzati

A Lido di Dante il primo stralcio di lavori finalizzati alla difesa, salvaguardia e fruibilità della zona sud (2,5 milioni di euro), quasi ultimato e attualmente sospeso per la stagione balneare. A Casalborsetti con il ripascimento e il riposizionamento di sabbia proveniente dalla pulizia degli arenili (180mila euro). A Punta Marina sono stati eseguiti interventi di rifacimento di alcuni pennelli in massi (180mila euro) e ha preso avvio l’esecuzione del primo stralcio relativo alla ricalibratura della difesa sommersa (1.458.000 euro). A Lido Adriano si è intervenuti per la salvaguardia di un tratto di duna esistente con la realizzazione di passerelle (750mila euro). A Marina Romea è stata attuata la sistemazione della foce fluviale del Lamone per liberare l’alveo centrale al deflusso delle acque utilizzando gli accumuli di sabbia semisommersa per il ripascimento del litorale (300mila euro); è stato inoltre eseguito l’ intervento annuale per la realizzazione di argini in sabbia a protezione dall’ingressione marina (840.000 euro). In località Lido Adriano e Lido di Savio si è effettuato un primo intervento di ripristino e ricalibratura delle scogliere emerse danneggiate (450mila euro) e il ripascimento delle spiagge emerse erose (444mila euro).

Interventi futuri

I lavori, dopo la pausa estiva, riprenderanno in autunno e prevedono a Casalborsetti l’esecuzione di modifiche e ricalibrature di alcune scogliere emerse (200mila euro); in varie località del litorale saranno realizzati ripascimenti (centomila euro). A Lido di Dante sarà effettuato il completamento della difesa a sud mentre a nord sono in programma lavori di sopraelevazione dell’argine destro dei Fiumi Uniti a protezione dell’abitato (centomila euro). A Punta Marina sarà effettuato il completamento del primo stralcio e l’avvio del secondo relativo alla ricalibratura della difesa sommersa (1,2 milioni euro). A Marina di Ravenna verrà eseguita la sopraelevazione del tratto terminale di alcune passerelle,precedentemente realizzate a salvaguardia della duna e in seguito al suo atteso accrescimento (84.550 euro). Un secondo intervento di ripristino e ricalibratura delle scogliere emerse danneggiate è programmato a protezione degli abitati di Lido Adriano e Lido di Savio. Si tratta di lavori ulteriori tesi a ripristinare la funzionalità delle scogliere messa a dura prova sia per fattori legati alla subsidenza che alle forti mareggiate. Infine è approvato e programmato l’annuale intervento di formazione degli argini di protezione invernale in varie località (500mila euro).

ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20