Guberti commissario della Camera di commercio verso la fusione con Ferrara

Era stato presidete per un anno poi la decadenza per effetto del Dl Agosto. Nel nuovo ruolo avrà i poteri di prima ma agirà anche in sostituzione di giunta e consiglio

Foto Guberti Fronte CCIAA

Il presidente della Camera di Commercio di Ravenna, Giorgio Guberti

Dopo essere stato presidente da luglio 2019 a settembre 2020 ora Giorgio Guberti è stato nominato commissario straordinario della Camera di commercio di Ravenna dal ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli. Guberti aveva lasciato l’incarico a seguito del  Dl Agosto che, all’articolo 61, aveva previsto la decadenza degli organi e il successivo commissariamento degli enti camerali non ancora accorpati.

La figura del commissario opererà con i poteri del presidente, ma anche in sostituzione della giunta e del consiglio, fino all’avvenuto accorpamento con la Camera di commercio di Ferrara e alla designazione degli organi del nuovo Ente che nascerà dalla fusione.

Guberti è laureato in giurisprudenza, giornalista pubblicista, lavora in Confcommercio Ravenna dal 1987 ricoprendo dal 1996 il ruolo di direttore Confcommercio Ravenna e dal 2002 di Confcommercio della provincia di Ravenna. «Desidero ringraziare il ministro Stefano Patuanelli per la fiducia che mi ha riservato, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e l’Assessore regionale allo sviluppo economico Vincenzo Colla per aver sostenuto la mia nomina e Unioncamere per il prezioso lavoro svolto. Il mio intento sarà quello di porre in primo piano le imprese che, in questo particolare e difficilissimo momento storico, hanno bisogno di supporto e di punti di riferimento per riuscire ad avere una prospettiva futura e intendo farlo con il coinvolgimento e la collaborazione del Tavolo provinciale dell’Economia e dell’Imprenditoria».

ORIGINAL PARQUET BILLB MID1 FISSO 13 – 19 04 21
RAVENNANTICA MOSTRE TAMO BILLB TOP 08 04 – 30 06 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 30 04 21