Confindustria parla di intelligenza artificiale, imprese femminili, rigenerazioni

Dal 19 settembre al 4 ottobre incontri e confronti nelle tre province della Romagna con aperture di nuove sedi aziendali che ospiteranno eventi per il nono festival dell’Industria e dei Valori di impresa

Rimini, 23/11/2021; Assemblea Confindustria Romagna ©Riccardo Gallini/GRPhoto

Roberto Bozzi

Il Festival dell’Industria e dei Valori di Impresa, organizzato da Confindustria Romagna, arriva alla nona edizione: dal 19 settembre al 4 ottobre sono in programma appuntamenti e occasioni di incontro e confronto sui temi di attualità, attraverso open day aziendali e iniziative associative nelle tre province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini.

Il Festival esordirà ufficialmente il 19 settembre al Palacongressi di Milano Marittima con la consegna dei riconoscimenti alle imprese eccellenti, alla presenza del vicepresidente di Confindustria Maurizio Marchesini e dei presidenti delle Camere di Commercio della Romagna e di Ravenna Ferrara, Carlo Battistini e Giorgio Guberti.

Il 21 settembre a Cesenatico si parla di intelligenza artificiale e PMI, con Giovanni Baroni, presidente nazionale Piccola Industria, Paolo Maggioli, vicepresidente Anitec, e le esperienze delle imprese del territorio, ASTIM, Turingsense, GH e Mixer.

Il 22 settembre al MIC di Faenza si celebrano i 70 anni di attività di Senzani Brevetti, mentre a Cesena inaugura la nuova sede di Hypertech Solution; il giorno successivo all’ex colonia di Cervia, Technacy riflette su rigenerazione urbana e connessioni territoriali.

Nuova sede anche per MatiteGiovanotte di Ravenna, che taglierà il nastro il 27 settembre con un dialogo conviviale su social e socialità.

Il 1° ottobre sul canale 14 di Teleromagna andrà in onda un talk-show organizzato dal comitato imprenditoria femminile dell’associazione nell’ambito del progetto “Beautiful Minds”, mentre il 2 ottobre a Faenza si svolge l’open day di Halnet.

L’evento di chiusura vedrà ospite Carlo Stagnaro, direttore studi e ricerche dell’Istituto Bruno Leoni, il 4 ottobre a Rimini, in un incontro sulla concorrenza e il libero mercato.

Altri appuntamenti arricchiranno poi il Fuori Festival nelle settimane successive, a partire dal 19 ottobre con un evento di Zani Work a Cesena per sensibilizzare sul tema della sicurezza sul lavoro, e il 21 ottobre al Teatro Fabbri di Forlì con il ringraziamento di Elfi per la raccolta fondi in favore degli alluvionati.

Numerose anche le anteprime in avvicinamento alla rassegna, iniziate ad aprile con il cinquantenario di Biesse Sistemi a Ravenna e proseguite con il convegno sul Metaverso di Amedea Servizi e l’incontro a Rimini sulla robotica con la clinica Nuova Ricerca. In estate poi il centenario di Diemme Enologia a Lugo, con il concerto solidale per gli alluvionati, a Forlì l’open house di Fidia e l’evento dimostrativo di Turingsense Eu Lab, la mostra di Petroltecnica a Coriano e il Fanatec GT al Circuito di Misano, fino al convegno sulla certificazione della parità di genere dell’associazione, svolto a inizio settembre a Rimini.

Il Festival dell’Industria e dei Valori di Impresa 2023 è realizzato grazie al supporto di Umana, BPER Banca, Astim, Biesse Sistemi, Costa Edutainment, Dosi costruzioni meccaniche, Metralisder, Styma, Vianello Insurance Broker, Villa Abbondanzi Resort e Deloitte.

«Abbiamo voluto riproporre questa rassegna, inizialmente prevista a giugno e posticipata a causa dell’alluvione, perché siamo orgogliosi di mostrare cosa c’è dietro a capannoni, uffici, mail e videocall – spiega il presidente di Confindustria Romagna Roberto Bozzi – e ci sembra un modo per raccontare e far vedere l’impegno di tantissime persone che nonostante tutte le difficoltà e gli imprevisti sanno andare avanti, insieme».

NATURASI BILLB SEMI MIGLIO 16 – 29 02 24
TOP RENT BILLBOARD 09 – 29 02 24
CONAD INSTAGRAM BILLB 01 01 – 31 12 24