L’accusa del candidato: «Sindaco e assessore prendono in giro l’accento romagnolo»

Alcuni post su Facebook di Ranalli e Casamento per Solaroli sarebbero uno sfottò: «E’ accaduto anche in aula, ma quel difetto di pronuncia rappresenta la nostra identità»

Screenshot Ranalli

Il post di Ranalli con l’hashtag “antifasisti”

L’accento romagnolo entra nel dibattito politico pre elettorale. In una nota stampa il candidato sindaco di centrodestra per la lista  “Buona politica”, Davide Solaroli, accusa l’assessore Fabrizio Casamento e Davide Ranalli, sindaco che si ripropone per il secondo mandato, di aver poco rispetto per l’accento e la lingua romagnola.

Motivo del contendere sono alcuni post su Facebook di Casamento e Ranalli in cui si leggono parole come “pesi” anziché “pesci”, “fasisti” anzichè “fascisti”, “sippi” anziché “scippi”. Ranalli da parte sua scrive “antifasisti” anziché “antifascisti”. Solaroli non ha dubbi: tale modo di scrivere sarebbe uno sfottò «ad alcuni esponenti della Buona politica per la pronuncia». Una vicenda, quella della pronuncia della “sc” alla romagnola, che «è già più volte emersa in un’aula – quella del Consiglio comunale – la cui dignità meriterebbe argomenti di ben altro tenore». Solaroli dice che «a costoro, che mi accusano di essere rimasto ‘muto come un pese’ giovedì scorso in consiglio comunale, continuerò a non rispondere se i toni resteranno questi».

FAMILA – HOME MRT2 14 – 20 11 19
Screenshot Solaroli

Il post di Casamento con le parole “sippi, fasisti e pesi”

Per Solaroli «l’avversario politico non va denigrato con attacchi personali, chi manca di rispetto, manca di argomenti. Non fa parte del mio stile, preferisco il silenzio alla maleducazione. Mi limito sommessamente a fare notare che con le loro frasi e il loro comportamento il sindaco, l’assessore e chi sghignazza con loro non hanno solo sbeffeggiato gli esponenti della Buona politica ma anche i lughesi, e tutti i romagnoli. Quella ‘sc’ che salta come un pesce, appunto, non è un difetto di pronuncia, qualcosa da nascondere o da additare al pubblico ludibrio, ma è la nostra terra, le nostre radici. Rappresenta la nostra lingua, la nostra identità, il nostro patrimonio culturale più grande: il romagnolo».

 

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
RAVEGAN HOME BILLB 11 – 24 11 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19