Ferri, il giovanissimo compagno che vorrebbe rivedere la Russia socialista

Al diciannovenne del PC, liceale appena diplomato, piacciono la “Casa di carta” e Gian Maria Volonté

Lorenzo Ferri

Lorenzo Ferri raffigurato da Giacomo Damassa

Secondo uno schema di domande della nostra redazione poste in modo analogo a tutti gli 11 candidati a sindaco di Ravenna per le prossime elezioni amministrative, ecco il profilo, personale, l’orientamento politico e le idee per governare la città del candidato a sindaco Lorenzo Ferri, 19 anni, nato a Imola.

Convintamente comunista, Lorenzo Ferri è in assoluto il candidato più giovane delle elezioni a sindaco nella storia di Ravenna: il 19enne, che si è appena diplomato al liceo Linguistico, corre per il Partito comunista di Marco Rizzo (Pc senza la I). Come successe a De Pascale nel 2016, non potrà votare per se stesso: il piddino risiedeva a Cervia, Ferri vive a Imola.

Titolo di studio: diploma liceo linguistico
Lingue parlate: italiano, un po’ di spagnolo, inglese e tedesco.
Professione: studente universitario
Orientamento religioso: ateo
Tessera di partito: Partito Comunista
Esperienze politiche precedenti: nel Pc dal 2018.
Stato civile: vive con i genitori e la sorella.
Reddito annuo: nullo
Veicoli di proprietà: nessuno
Immobili di proprietà: nessuno
Segue uno o più sport? Per chi tifa? Segue tutti gli sport, soprattutto calcio e basket
Pratica sport? Calcio per 13 anni, ha smesso un anno fa
Altri hobby? Viaggiare, cinema e storia
Un libro? Il golpe europeo di Marco Rizzo
Un film? La classe operaia va in Paradiso
Un disco? Avanzo de Cantiere della Banda Bassotti
Un programma tv? La casa di carta
La vacanza/viaggio più bella fatta finora e quella dei sogni? La più bella è stato il viaggio di maturità a Gallipoli questa estate. Quello dei sogni andare in una Russia di nuovo socialista
Su quali social network ha un profilo? Fb e Ig
L’ultima volta che…
…ha usato un mezzo di trasporto pubblico? Ieri
…ha letto un libro? Quasi quotidianamente
…ha preso una multa? il14 settembre
…ha manifestato in piazza? 22 agosto contro le commemorazioni fasciste in favore del gerarca fascista Ettore Muti
…ha detto una bugia? Chi non lo fa?
…ha fatto la lavatrice? Che domande sono?
…ha pianto? Chi non lo ha fatto forse dovrebbe farsi vedere da un oculista. Stiamo peggiorando con le domande.
…si è ubriacato? Solo a mia insaputa. “Bibere humanum est, ergo bibamus”. Ma con giudizio e mai prima di guidare!
…ha usato droghe? Non ricordo. Se sì, dormivo.

Lorenzo Ferri Marco Rizzo

Lorenzo Ferri con il segretario generale del Partito Comunista Marco Rizzo a Ravenna

Che lezione deve trarre Ravenna dalla pandemia? Quali politiche sanitarie deve metter in pratica il prossimo sindaco?
Si è palesata la necessità di una sanità pubblica, accessibile a tutti. Quanta gente ha curato la sanità privata finanziata da Bonaccini e De Pascale? Stop a qualsiasi finanziamento pubblico ai privati. Il profitto privato sulla sanità è qualcosa di aberrante. Stop a cliniche private e finanziamenti ai privati

Qual è il suo parere sul green pass?
Assolutamente contrario, non ha valenza scientifica, è una scusa per licenziare i lavoratori ed un modo surrettizio per obbligare la gente a vaccinarsi, senza che però il governo si prenda le sue responsabilità

Il migliore e il peggiore della giunta uscente?
Non salvo nessuno. Questa giunta è stata al servizio del grande capitale ed esclusivamente dell’interesse privato

Un merito che va riconosciuto al governo uscente e, d’altra parte, l’errore più grave commesso…
Nessun merito. L’errore è lo sperpero di denaro pubblico per opere inutili e ora ferme

I tre problemi principali di Ravenna?
La questione casa con migliaia di alloggi sfitti e il vergognoso stato dell’edilizia popolare; le condizioni lavorative in tutte le realtà industriali e l’eccessiva cementificazione

Tre motivi o caratteristiche o aspetti per cui le piace Ravenna?
I monumenti storici, il mare, le persone

Quale sarebbe il suo primo provvedimento da sindaco?
Violare i vincoli del Patto di Stabilità con l’Ue, che impedisce ai comuni la spesa anche se in bilancio attivo

Darsena Al Volo

Lorenzo Ferri auspica l’esproprio pubblico dei terreni fatiscenti della Darsena di città per progetti sociali, culturali e di svago

Quale potrebbe essere l’iniziativa più importante del suo mandato, quella per cui vorrebbe essere ricordato?
L’esproprio dei terreni fatiscenti e dei ruderi della Darsena, applicando l’articolo 42 della Costituzione, e la sua totale riqualificazione. Vogliamo, con l’aiuto di un comitato cittadino di quartiere, costruire una biblioteca e un asilo pubblici, aree verdi e dare spazio a piccole attività commerciali e di svago, da dare in concessione ai giovani: locali, pub, spazi per fare musica/concerti all’aperto d’estate

Istituirebbe qualche nuovo assessorato che ritiene necessario?
L’assessorato allo Sport c’era ma sono mancate le competenze dell’assessore. Pessimo. Dovevano chiamarlo “assessorato al Business sportivo privato”

Ci dica un progetto o una strategia per il futuro sviluppo di…
turismo: Una rete di piste ciclabili, potenziare il trasporto pubblico, un ostello della gioventù pubblico
darsena: Esproprio e riqualificazione, coinvolgendo i residenti
porto: Il porto è un’attività e infrastruttura strategica, il Comune dovrà partecipare di più nel controllo delle società, che debbono tornare pubbliche, e non lasciate in mano ai privati come vorrebbero Pd e centrodestra
centro storico: Incentivi al piccolo commercio. Stop alle grandi catene. Incentivi a locali con musica dal vivo. Vogliamo che il mercato coperto ritorni un vero mercato cittadino del popolo
forese: Più trasporti pubblici e corse, ciclabili, servizi pubblici di prossimità
commercio: Aiuti e sovvenzioni al piccolo commerciante e artigiano, proletarizzato dal liberismo e dalla globalizzazione capitalistica e dalle piattaforme di shopping online, che non pagano le tasse
cultura: Ritorno dei cinema in città, guide turistiche assunte dal Comune, la gestione dei musei deve tornare in mano pubblica e non a cooperative private, ridare il Mar in mano a professionisti storici dell’arte, e non a influencer.

RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21
CONSAR BILLB 11 – 17 10 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 10 21