La grande danza cinese apre l’Emilia Romagna Festival. Attesi anche Elio e Galliano

Gli appuntamenti di luglio nelle tre province romagnole

Galliano Photo By Vincent Catala

Nell’edizione che coincide con il suo diciottesimo compleanno, Emilia Romagna Festival propone un cartellone speciale, dall’8 luglio all’8 settembre, con 36 appuntamenti in oltre 30 sedi concertistiche, distribuite tra le province di Bologna, Forlì-Cesena, Ravenna e Ferrara. La musica trascinerà il pubblico in un percorso tematico e come ogni anno, gran parte del programma sarà dedicato alla presentazione di progetti originali, frutto della collaborazione con artisti e istituzioni di livello mondiale.

FAMILA – HOME MRT2 14 – 20 11 19

Da questo filone scaturisce la serata dell’inaugurazione: domenica 8 luglio, al Teatro Diego Fabbri di Forlì, il Chinese Dance Theatre Lanzhou, una delle compagnie di danza più importanti in Cina, si esibirà ne I Racconti della Via della Seta. Dunhuang my Dreamland. L’opera arriverà per la prima volta in Italia, in collaborazione con il Festival Ljubljana. Balletto in un prologo e quattro atti, I Racconti della Via della Seta porteranno i colori delle Grotte di Mogao fin nel cuore della Romagna, insieme alle scenografie monumentali, i costumi opulenti e l’arte del balletto orientale, pirotecnico e circense, sull’onda della recente apertura culturale all’Occidente.

Sempre a Forlì, stavolta il 25 luglio al Fabbri, avrà luogo il concerto del grande fisarmonicista Richard Galliano, accompagnato dalla Filarmonica Arturo Toscanini e da Massimo Mercelli al flauto; accanto alla prima commissione di ERF, Contrafactus di Giovanni Sollima, in programma musiche di Piazzolla, Vivaldi e Galliano tra cui il suo ultimo lavoro, Jade Concerto per flauto e archi, dedicato a Massimo Mercelli e nato su commissione di ERF.

Tra i protagonisti dei concerti (qui segnaliamo al momento solo quelli di luglio e nelle tre province romagnole) anche Elio, vulcanico cantante, flautista, attore, doppiatore, fondatore dello storico gruppo di Elio e le Storie Tese, di recente anche divulgatore musicale. Sarà il 9 luglio al Teatro all’Aperto di Cesenatico con una selezione di brani da L’Opera da Tre Soldi di Kurt Weill e Bertold Brecht accompagnato da I Fiati Associati.

Nella suggestiva cornice dell’Arena delle Balle di Paglia di Cotignola, il 22 luglio, Mahler tornerà in vita con una luce nuova, grazie alle mani del maestro dell’elettronica Martux_m che plasmerà la sua Symphonie n. 2, nota come Resurrezione. Non solo sperimentazioni, non solo commistioni.

Oltre ai progetti speciali, l’Emilia Romagna Festival propone quest’anno un programma monografico, tutto fondato sulla musica brasiliana. Piatto forte del programma sarà il leggendario musicista Egberto Gismonti, che verrà omaggiato in Romagna il 18 luglio ad Alfonsine (giardino della biblioteca comunale) insieme al Porroni Cuartet, con Brasil: la musica brasiliana del ‘900, un concerto incentrato sui nomi fondamentali della musica brasiliana più colta, come Jobim o lo stesso Gismonti.

La ricerca di nuovi giovani interpreti è da sempre un obiettivo del Festival che dalla sua nascita, con la rassegna Primo Premio! è attivamente impegnato nella promozione dei miglior talenti provenienti da tutto il mondo. Giovani artisti premiati a prestigiosi concorsi saranno disseminanti lungo tutto il percorso del festival. Il 23 luglio, al Museo Carlo Zauli di Faenza, sarà la volta del Milton String Quartet, vincitori dello scorso Fischoff. Il quartetto in residence, di altissimo livello nonostante la giovane età, si esibirà anche il 29 al chiostro dei musei di San Domenico di Forlì. Il 24 luglio al cortile La Rocca di Castel Bolognese toccherà invece all’originale duo Taddei-Nicolardi, composto da un sassofonista e un pianista, già premiati più volte in prestigiosi concerti, entrambi diplomati con il massimo dei voti.

Info e programma completo a questo link

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19