I concerti di dicembre e gennaio nei rock club della Romagna

Dall’ultimo live di Elio e le Storie Tese ai Modena City Ramblers. Festival al Bronson e al Diagonal. Serate rap sempre più diffuse

Entrano nel vivo le stagioni dei rock club della Romagna. Ecco una panoramica del programma dei principali, per i mesi di dicembre e gennaio.

CESENA

FAMILA – HOME MRT2 17 – 23 10 19
Elio

Elio e le Storie Tese (al Vidia)

Partiamo da quello con più storia alle spalle, il VIDIA di Cesena, che in dicembre ospiterà un appuntamento altrettanto storico, quello con l’ultimo concerto in Romagna di Elio e le Storie Tese che, come noto tra gli appassionati e non solo, hanno annunciato lo scioglimento. Quello del Vidia del 6 dicembre sarà la quartultima data dell’ultimo tour di Elio e band, che terminerà il 19 dicembre al Forum di Assago. Al Vidia ci sarà poi spazio per una serata all’insegna del rap con due nuove leve della scena italiana, IZI e Rkomi (accompagnati – il 2 dicembre – dal giovane DrefGold) mentre il rock torna protagonista il 9 dicembre con i trentini The Bastard Sons Of Dionisio – e la loro musica ispirata da Led Zeppelin, Beatles  e Crosby, Stills, Nash & Young – e il cantautore (romano d’adozione) Giorgio Poi, tra folk e pop fuori dagli schemi (in apertura il siciliano Nicolò Carnesi). Il 23 dicembre l’appuntamento è tra canzoni surreali e “piano punk cabaret” rispettivamente con i Camillas e il cantautore forlivese Giacomo Toni mentre il Vidia inaugurerà il 2018 con un pezzo di storia del rock italiano, i Diaframma (il 6 gennaio).

Restando nel Cesenate, al SIDRO di Savignano il 2 dicembre doppio concerto all’insegna del rock psichedelico con i veneti Hallelujah! e i riccionesi Sonic3; il 3 dicembre si prosegue con i cesenati Dang Dang (post-punk) mentre tra gli altri appuntamenti da segnalare quello del 20 con una band di culto come i veneti Glincolti e il loro prog-rock molto legato alle atmosfere del cinema italiano.

A Gambettola, al TREESESSANTA, il 9 dicembre serata dedicata all’hip hip – nell’ambito del festival Collateral dell’Arci – con un artista unico nel panorama italiano come Alessio Mariani, insegnante di storia e filosofia, meglio conosciuto con lo pseudonimo Murubutu, fondatore e voce del collettivo reggiano La Kattiveria (che lo accompagna a Gambettola): la sua musica è definita “letteraturap” e unisce il rap a letteratura, storia e saggistica. In apertura di serata i rapper Krow e Family P.

FORLI’

Yombe

Yombe (al Diagonal)

Spostandoci a Forlì, altro club storico, il DIAGONAL, che in dicembre presenta la terza edizione del festival “Comediventi”, con una programmazione tutta italiana che unisce il pop elettronico dal respiro europeo e le avanguardie elettroniche locali adottate dalla scena milanese. Si parte nel segno della sperimentazione martedì 12 dicembre con Heith, progetto ambient del producer forlivese Daniele Guerrini, uno dei fondatori dell’influente label di Milano Haunter Records. Si prosegue su scenari più melodici il giorno dopo con la 21enne (dal Garda) Giulia Fontana e il suo progetto HÅN, con cui ha sorpreso tutti, anche fuori dai confini italiani, all’insegna del pop elettronico, e giovedì 14 dicembre con uno dei progetti più chiacchierati del momento, il duo milanese degli Yombe, all’esordio su Carosello Records, tra pop elettronico, new soul, estetica minimalista e melodie di facile presa.

Passa dal Forlivese anche il tour italiano del cesenate Lorenzo Kruger, leader dei Nobraino, di cui suonerà le canzoni in versione solo, al pianoforte: l’appuntamento è per l’8 dicembre al TIME di Forlì.

RAVENNA

Seqyoah

Sequoyah Tiger (al Passatelli del Bronson) – foto di Patrizio Buralli

Continuano i live al BRONSON di Madonna dell’Albero che il 2 dicembre omaggia il mondo dell’hip hop italiano ospitando uno dei suoi grandi esponenti, Dj Gruff, ex Sangue Misto. Il 7 dicembre appuntamento tra doom metal, rock psichedelico e stoner con i piemontesi Ufomammut, gruppo di culto dell’underground italiano che presenta il nuovo album (in apertura, da Cuneo, gli Elm, in uscita per Bronson Recordings, e i romagnoli Solaris). Il 9 invece tornano al Bronson i veneti Ninos Du Brasil con il loro nuovo album tra «electro-batucada, cumbia percussiva ed elettronica tribale»; il 15 dicembre serata da bollino nero con i “deathster” della scena metal italiana, i ravennati Hierophant (sul palco con loro i Viscera/// e i concittadini Angerdome). Il giorno dopo, sabato 16, elettronica e sperimentazioni con il nuovo progetto del producer torinese Vaghe Stelle, ora in arte Mana (in apertura il progetto ravennate In Between).

Al Bronson però il clou è l’appuntamento con il festival Passatelli, tra concerti e cene a tema. Venerdì 22 dicembre altra serata hip hop con uno dei precursori del genere in Italia, il campano Kaos One, e Frah Quintale, progetto solista di uno dei due Fratelli Quintale, collettivo bresciano tra i più famosi della scena underground (in apertura di serata SammyBoy & IlfigliodiSam). Il giorno dopo il festival si conclude con il pop elettronico di Sequoyah Tiger, da Verona, il post-punk dei campani Gomma (anche al Bradipop il 9 dicembre), l’indie-rock dei lombardi Bee Bee Sea e l’alt-rock dei riminesi Marrano (anche l’1 al Wave).
In gennaio infine al Bronson da segnalare il concerto del 13 con l’emocore degli emiliani Gazebo Penguins.

Segnalazioni anche per due piccoli club della città di Ravenna. Al circolo ABAJUR l’1 dicembre garage-rock da Detroit con Sisters of Your Sunshine Vapor, il 7 un folksinger di culto in Italia come Bob Corn; poi ancora garage e rock psichedelico con gli emiliani Pip Carter Lighter Maker il 15 e con i ravennati The Spacepony il 22; infine due band inde dalla Francia: il 29 i Bootchy Temple e il 6 gennaio i Dr. Chan.
Al MOOG, invece, al momento di andare in stampa sono confermati i concerti del 4 dicembre degli inglesi Strange Cages (kraut rock) e poi due date di artisti ravennati: il 14 il rapper Max Penombra e il 3 gennaio la cantutrice Francesca Morello. Il 7 gennaio infine due band australiane: Thigh Master e Dag.

Torna il rap al CISIM di Lido Adriano che l’8 dicembre ospita un duo storico, siciliano, Stokka & MadBuddy, che dividerà il palco con il “padrone di casa” Moder mentre il 13 gennaio l’appuntamento è con il padovano Dutch Nazari. Ma il dicembre del Cisim partirà venerdì 1 con un concerto all’insegna del rock e del blues con l’artista e produttore australiano (collaboratore anche di Nick Cave) Hugo Race in solo e la cantautrice Emmanuelle Sigal, che presenta il suo nuovo progetto in anteprima nazionale, “Table Rase”.

Segnalata anche la data del 15 dicembre del CCA LUGHE’ a Lugo, dove saliranno sul palco i Bologna Violenta (noise-avanguardia), restando in provincia di Ravenna è corposo il calendario dell’altro club di riferimento della provincia (oltre al Bronson), ossia il ROCK PLANET di Pinarella di Cervia. Qui si parte il 2 con i paladini del folk-metal medievale, i Folkstone (con il nuovo disco), per proseguire il 9 con la metalcore band californiana Of Mice & Men e il 23 con lo storico gruppo combat-folk emiliano dei Modena City Ramblers. In gennaio si riparte all’insegna del rap con Nitro per poi continuare con l’heavy metal demenziale de Gli Atroci (il 20) e il punk-hardcore dei canadesi Comeback Kid.

RIMINI

Gomma 500x319

I Gomma, al Bradipop

Continuano i concerti del sabato al BRADIPOP con protagonisti più o meno noti della scena indie italiana. Il 2 dicembre appuntamento con I Botanici, rock band di Benevento che suona post-hardcore/emo con influenze indie e alternative; il 9 concerto dei Gomma, giovane band di post-punk da Caserta; il 16 toccherà al romano Germanò che ha esordito su Bomba Dischi (l’etichetta di Calcutta) con un pop-rock fuori dagli schemi; il 23 ancora un cantautore senza dubbio originale (e chiacchierato), il piemontese Andrea Laszlo De Simone, per poi concludere dicembre il 30 con il folk-rock dei brasiliani (di stanza a Milano) Selton. In gennaio il Bradipop riparte ancora all’insegna della scena pop romana con Galeffi (sabato 6) per proseguire il 13 con il siciliano Nicolò Carnesi (anche il 9 al Vidia di Cesena), il 20 con i veneti Edo e i Bucanieri e il 27 con i bergamaschi Pinguini Tattici Nucleari con il loro pop-rock ironico e a tratti demenziale.

Sempre a Rimini, al NEON CAFE’ il 14 dicembre da segnalare la presentazione dell’album d’esordio del duo riminese TIR, tra ambient, industrial, loopdelia e post-clubbing

Al WAVE di Misano da segnalare invece la serata all’insegna del rock alternativo (tra noise, grunge ed elettronica) di venerdì 1 dicembre con i romagnoli Vox Kernel e Marrano mentre sabato 2 sul palco saliranno i bolognesi Marnero (post hardcore) e i pesaresi Soria (emocore) e sabato 9 i riccionesi Sonic3. In gennaio appuntamento internazionale, il 20, con il francese Moaan Exis tra industrial e techno.

DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19