Musica classica e contemporanea si incontrano con i grandi nomi del Forlì Open Music

Tra gli artisti in cartellone il chitarrista free jazz Joe Morris e l’orchestra Large Unit

Forli Open Music

Uno degli scatti in mostra di Ziga Koritnik

Torna Forlì Open Music, la rassegna internazionale (curata da Area Sismica, con la consulenza di Fabrizio Ottaviucci) dedicata ai diversi linguaggi musicali dalla tradizione al presente, che quest’anno accoglie anche il Festival di Musica Contemporanea Italiana.

Tre giorni, dall’11 al 13 ottobre, alla Chiesa di San Giacomo a Forlì, e 12 appuntamenti con artisti considerati punte di diamante dei rispettivi ambiti.

L’apertura – venerdì 11 ottobre, ore 19 – è affidata alla mostra fotografica di Žiga Koritnik, fotografo sloveno di fama internazionale specializzato nella fotografia di spettacolo.

Protagonista del primo concerto – sabato 12 ottobre, ore 20.30 – sarà un enfant prodige, il pianista Jacopo Fulimeni, diciotto anni appena compiuti, con un repertorio di musiche di Liszt, Alkan e Rameau. A seguire, uno spettacolo più vicino alle epoche contemporanee, grazie anche all’utilizzo dell’elettronica, con il rinomato Quartetto Maurice, da Torino, che interpreterà composizioni di Giacinto Scelsi e Francesco Lanza. Subito dopo è il turno dei Zaum Percussion, un trio con grandi percussionisti della scena internazionale (Simone Beneventi, Carlota Cáceres e Lorenzo Colombo) per un omaggio al genio di Mario Bertoncini e a quello di Lorenzo Pagliei.
A chiudere la prima serata, in esclusiva mondiale, il solo del compositore improvvisatore statunitense Joe Morris, uno dei più grandi chitarristi del panorama free jazz.

JoeMorris 05

Joe Morris

La terza e ultima giornata si apre – domenica 13 ottobre, ore 11 – con l’Open Day delle scuole musicali di Forlì. Segue “L’evoluzione del linguaggio musicale”, una conversazione/concerto a cura del maestro Fabrizio Ottaviucci che accompagnerà il pubblico attraverso le epoche musicali. Si proseguirà poi con un altro appuntamento organizzato dall’Istituto Musicale Angelo Masini di Forlì, che vede protagonista la formazione Piano & Wind Quintet con acclamati esponenti del panorama musicale internazionale: Paolo Carlini, primo Fagotto dell’orchestra della Toscana, e Guido Corti, considerato tra i migliori cornisti d’ Europa.
Lo sguardo tornerà a posarsi sui mondi contemporanei con un omaggio a uno dei suoi più illuminati rappresentanti, Marco Stroppa: a eseguire la sua musica sarà il giovane e talentuoso Erik Bertsch, pianista italiano di origini olandesi. A seguire, sotto i riflettori un altro gigante dei nostri tempi, Sylvano Bussotti, interpretato dal duo Benvenuti (Monica, soprano) & Giomi (Francesco, compositore e regista del suono), per un evento nato in collaborazione con Tempo Reale di Firenze, centro di ricerca musicale fondato da Luciano Berio.
Seguirà un omaggio al grande contrabbassista Stefano Scodanibbio con la presentazione del libro di Mario Gamba Non abbastanza per me. Scritti e taccuini, edizioni Quodlibet con tanto di video e l’interpretazione di Fabrizio Ottaviucci di “Terre Lontane” per pianoforte, video e musiche preregistrate dallo stesso Scodanibbio.
Gran finale con la data unica italiana della monumentale orchestra Large Unit del batterista norvegese Paal Nilssen-Love, assieme alla Fire!Orchestra la più grande formazione del mondo dedita alla musica libera.

Info e programma completo a questo link

RECLAM TIROCINIO BILLB CULT 02 – 31 03 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20
RADIS DISINFESTAZIONE BILLB 20 03 – 30 04 20
RECLAM AGENTI BILLB CULT 02 – 31 03 20