Romeo Castellucci sarà Grand Invité di Triennale Milano dal 2021 alla fine del 2024

Il cofondatore della compagnia Societas di Cesena chiamato a collaborare in maniera continuativa con l’istituzione meneghina

ROMEO CASTELLUCCI GRAND INVITE © Soukizy.com 4A partire da gennaio 2021 Romeo Castellucci, cofondatore della compagnia teatrale Societas di Cesena, sarà Grand Invité di Triennale Milano. La notizia è stata data nei giorni scorsi in conferenza dalla stessa Triennale alla presenza del presidente Stefano Boeri, del direttore artistico Lorenza Baroncelli e del direttore artistico di Triennale Milano Teatro dell’Arte Umberto Angelini.

Romeo Castellucci, «uno dei più grandi artisti al mondo, Leone d’Oro alla Biennale di Venezia e Chevalier des Arts et des Lettres della Repubblica francese, da anni ospite esclusivo della programmazione curata da Umberto Angelini» – si legge nella nota inviata alla stampa dalla Triennale – viene ora chiamato fino alla fine del 2024 a collaborare in maniera continuativa con l’istituzione milanese, secondo una formula a oggi inedita in Italia, che prevede il suo coinvolgimento a 360 gradi nelle attività di Triennale.

CONAD VINI PETER ZEMMER MRT 17 02 – 31 03 21

“Un rapporto – si legge ancora nel comunicato – che a partire dal Teatro (con committenze, coproduzioni internazionali, progetti site specific) si svilupperà toccando i molteplici ambiti di azione di Castellucci (dalla regia alla scrittura, dalle arti visive al pensiero critico, alla scenografia), abbracciando nel contempo le diverse attività di Triennale anche attraverso percorsi formativi, editoriali ed espositivi, dando così vita a una sinergia unica e profonda”.

«Ho bisogno di questa città e della sua Triennale – sono le parole di Romeo Castellucci – molto più di quanto essa non ne abbia di me. Una vocazione comune ci chiama e ora che sono stato invitato, sento di non poter mancare a questo appuntamento che dovrà tradursi in immagini all’altezza delle domande che questa epoca impone».

«La figura del Grand Invité – dichiara invece Stefano Boeri – sarà al centro della programmazione di Triennale Milano, verrà coinvolta nelle principali iniziative promosse dall’istituzione nei prossimi anni, tra cui anche la 23° Esposizione Internazionale. La scelta di Romeo Castellucci – artista visionario che ha dato vita a nuove forme creative all’incrocio tra discipline e linguaggi espressivi – riflette perfettamente il nostro modo di fare cultura. Per i prossimi quattro anni vorrei che Triennale fosse il luogo in cui Romeo Castellucci potrà lavorare, sperimentare e creare».

«Romeo Castellucci è tra le intelligenze teatrali più riconosciute in Europa – dichiara Severino Salvemini, Presidente di Triennale Milano Teatro –. Drammaturgo, regista, scenografo e artista poliedrico riesce a mescolare e a far contaminare il teatro, l’immagine, la musica e le arti plastiche, rappresentando perfettamente l’offerta della nuova Triennale, che vuole in dialogo le arti figurative, architettoniche e performative».

Umberto Angelini, Chief curator per teatro, danza, performance e musica di Triennale Milano e Direttore artistico di Triennale Milano Teatro, sottolinea come «uno sguardo radicale e potente accompagni l’opera di Romeo Castellucci. Che Milano e Triennale possano esserne compagni di strada, ci onora e ci impegna interrogandoci sul senso più profondo del nostro comune vedere».

CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 03 21
SPI CGIL CAMPAGNA TESSERAMENTO BILLB 01 02 – 07 03 2020
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 31 03 21