Il sindaco: «Niente burocrazia per gli imprenditori alluvionati»

Intanto anche i privati possono inviare una mail con una stima dei danni subìti per la richiesta di calamità naturale

Si è svolto oggi pomeriggio in Municipio, a Ravenna, il già annunciato incontro tra il sindaco Fabrizio Matteucci e le associazioni economiche per fare il punto della situazione sui drammatici effetti del maltempo sul territorio, per individuare i primi interventi da mettere in atto e incominciare a predisporre i documenti per la richiesta dello stato d’emergenza per calamità naturale. All’incontro erano presenti anche i rappresentanti della Provincia di Ravenna e il presidente della Camera di Commercio, Natalino Gigante.

«I rappresentanti delle associazioni hanno condiviso le priorità individuate dal Comune di Ravenna sui quali effettuare gli interventi di somma urgenza che riguardano in primo luogo il sistema di difesa dell’arenile, la messa in sicurezza delle strade chiuse al traffico a causa dell’alluvione e l’emergenza che riguarda la caduta degli alberi», assicura in una nota il sindaco Matteucci, che ha poi affrontato con le associazioni il tema della richiesta dello stato di emergenza per calamità naturale.

FAMILA MRT 24 11 – 02 12 20

Le associazioni sono state invitate a presentare in questa prima fase, il numero delle imprese che sono state danneggiate e una stima complessiva dei danni. I dati dovranno essere inviati via mail all’assessorato ai Lavori pubblici del Comune (assllpp@comune.ra.it) entro le 9 di mercoledì 11 febbraio che provvederà ad inviarli agli uffici della Provincia che a sua volta li invierà alla Regione per l’istruzione della pratica entro giovedì.

Anche i cittadini che hanno subito danni alle proprie abitazioni possono inviare una mail (dove dovranno indicare una stima di massima del danno subito) sempre allo stesso indirizzo: assllpp@comune.ra.it.

«Abbiamo infine discusso insieme – rivela Matteucci – di come mettere in piedi alcune iniziative di sostegno economico rivolte soprattutto a quelle imprese che dovranno ripristinare le loro attività (soprattutto stabilimenti balneari, ma anche alberghi e attività commerciali, ndr) in molti casi gravemente danneggiate. Domani mattina, come ho già annunciato, incontrerò le banche. In accordo con le associazioni chiederemo agli istituti di credito di impegnarsi per abbattere tassi di interesse e mettere in campo agevolazioni per chi chiede di usufruire di una linea di credito per rimettere in piedi la propria azienda. Dal canto nostro abbiamo confermato di volere velocizzare tutte le procedure burocratiche per consentire agli imprenditori di aprire le loro attività in tempo utile per l’avvio imminente della stagione turistica».

ARKA ERGO STUDIO BILLB 12 – 30 11 2020
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 11 20
REGIONE ER LAVORO LEADERB MID1 12 – 29 11 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20