La prima di Valdifiori contro l’Inghilterra Il ct Conte: «Ha fatto un grande match» 

Il calciatore di Russi ha debuttato in Nazionale con una prova di personalità: «So da dove vengo, resterò umile»

Fino a pochi mesi fa non aveva neppure mai fatto una partita in serie A. Ieri sera, martedì 31 marzo, ha debuttato in Nazionale allo Juventus Stadium di Torino. E lo ha fatto da titolare contro l’Inghilterra nella sfida tra due blasonate nazionali che non può essere considerata solo un’amichevole. È la favola calcistica di Mirko Valdifiori, 29enne di Russi che dal 2008 imposta il gioco nel cuore del centrocampo dell’Empoli, coronando l’anno scorso il sogno di giocare in serie A. E ora anche la maglia azzurra. Si tratta del ritorno in Nazionale di un giocatore nato in provincia di Ravenna, 18 anni dopo il debutto in Azzurro di Stefano Torrisi a Parigi contro la Francia, sempre in amichevole, per quella che resterà però la sua unica presenza.

Valdifiori ora invece può legittimamente sperare di proseguire la sua avventura nell’Italia, avendo giocato con grande personalità – come hanno commentato i telecronisti Rai – ed avendo soddisfatto il ct Antonio Conte, che a fine partita ha dichiarato: «Valdifiori è l’esempio perfetto di quanto l’impegno valga più del curriculum – sono le parole dell’allenatore riportate dal sito Gazzetta.it – ha giocato un grande match nonostante fosse all’esordio assoluto con la maglia azzurra».

Valdifiori ha giocato 67 minuti venendo poi sostituito da Verratti e accolto da una piccola ovazione all’uscita dal campo dai componenti della panchina azzurra. «Conte prima della gara mi ha detto delle cose che mi hanno tranquillizzato – ha dichiarato lo stesso Valdifiori a fine partite (citiamo sempre le dichiarazioni riportate dalla Gazzetta –. Lo ringrazio anche per l’opportunità che mi ha dato di farmi scendere in campo dal 1′ contro l’Inghilterra, grazie ai compagni più esperti per avermi messo nelle condizioni per esprimere il meglio. Sono contento di questi dieci giorni fatti qui in Nazionale, ho capito molto. So che stasera Empoli era in campo con me, dal mister, ai ragazzi alla dirigenza. Fa piacere che uno da Empoli abbia potuto esordire in Nazionale, se sono qui è merito di tutti e voglio condividere questa grande emozione con tutti. D’altra parte, se penso da dove sono partito è bene sempre mantenersi umili. Prima della gara ci ho pensato tanto, sapevo che era importante, stasera ho dato un buon contributo e mi fa piacere, ma ora occorre proseguire a lavorare».

ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
CNA EMILIA ROMAGNA BILLB 23 – 29 11 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 30 11 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21