Banksy a Ravenna? Il grillino: «Pagato con soldi pubblici». Ma era un Pesce d’aprile

L’organizzatore del festival di street art posta sul web un fotomontaggio e un consigliere territoriale del Movimento 5 Stelle si scandalizza. Poi la rettifica

Banksy, il celebre artista e writer inglese, ha dipinto un muro a Largo Firenze, nel cuore di Ravenna. Almeno stando a una foto circolata sul web mercoledì 1 aprile. Una notizia bomba, se non fosse che in realtà si tratta solo di un divertente Pesce d’aprile architettato da Marco Miccoli, tra gli organizzatori del festival di street art che l’anno scorso tanto ha fatto discutere in città e che ha portato artisti di caratura internazionale a dipingere alcuni muri di Ravenna.

Miccoli ha postato (vedi foto) un fotomontaggio ben riuscito che su Facebook ha ottenuto oltre duecento “like” ed è stato condiviso da una cinquantina di persone. Finendo anche al centro di un dibattito sul gruppo “La Sentinella ravennate”, molto attivo in particolare su tematiche antidegrado. E qui è intervenuto, con toni scandalizzati, l’utente Facebook “Govoni Carlo Consigliere” che è in effetti Carlo Govoni, consigliere territoriale del Movimento 5 Stelle a Mezzano. «Gentilmente offerto con i soldi dei contribuenti», ha commentato. Per poi aggiungere: «Mi è stato riferito da uno che lavora in provincia ora chiedo riconferma a un altra persona e se fosse stato pagato dal comune vorrei sapere la cifra poi non esiterò a pubblicarlo». Tutto questo ieri, tra l’ilarità di altri utenti.

Questa mattina arriva la smentita di Govoni che dice di aver purtroppo confuso «il disegno con quello di via Teodorico». Ma lo scherzo è perfettamente riuscito.

RISTORANTE MARRAKECH BILLBOARD 03 – 23 01 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 01 22
REGIONE ER VACCINI BILLB 14 12 21 – 31 01 22