La presenza di zanzara tigre cresciuta del 37 per cento nell’agosto 2019

Rispetto allo stesso mese dello scorso anno i dati della Regione mostrano un aumento importante in provincia di Ravenna del fastidioso insetto

ZanzaraUna presenza continua e fastidiosa, figlia degli acquazzoni di maggio. La zanzara tigre non si è fatta desiderare alle latitudini ravennati e i dati mostrano una crescita, rispetto al 2018, del 37 per cento di questa specie, la più infestante e resistente. A monitorare il numero di zanzare tigre è la Regione insieme all’Ausl mediante il posizionamento di ovitrappole da cui si deduce l’incidenza dell’insetto. La crescita delle zanzare nel territorio ravennate è la più rilevante dell’intera regione. Nelle altre due province romagnole si è infatti assistito ad un consistente calo (pari al 23 per cento a Forlì-Cesena e al 22 per cento a Rimini) e anche in Emilia la tendenza generale è quella della flessione.

In regione – legge nel rapporto – si “stima un calo di -10 % di popolazione di zanzara tigre nel mese di agosto rispetto ad agosto 2018, e si stima un aumento del 31% rispetto alla media calcolata negli ultimi 5 anni. La densità elevata di popolazione registrata nel mese di agosto 2019, anche se minore rispetto al 2018, è dovuta in buona parte a fattori climatici come la persistenza di alte temperature anche nella seconda metà di agosto a differenza degli ultimi anni in cui si erano registrate piogge e cali di temperature”.

A Ravenna il calo rispetto allo scorso anno non c’è stato. A partire da luglio  il numero di zanzare tigre ha scavallato il livello di guardia (404,12 uova per ovitrappola) per poi salire costantemente durante tutta l’estate. Ad agosto, tradizionalmente il mese più difficile, il numero medio di uova è stato di 728 per ovitrappola. A livello di dati assoluti non è la cifra peggiore della regione (fanno peggio Rimini, dove la media è stata di 807, e Ferrara con 775) ma come detto si tratta dell’aumento percentuale più alto rispetto allo stesso periodo del 2018. Il periodo peggiore è stato quello delle prime due settimane di agosto (in media 802 uova per trappola).

Le zanzare vengono monitorate perché, oltre al fastidio, sono i vettori privilegiati per la trasmissione all’uomo di  arbovirosi, le malattie causate da virus trasmessi  tramite morso/puntura di un insetto. Interessano sia l’uomo che gli animali. A Ravenna la zanzara tigre è stata la causa della diffusione del virus Chyikungunya nel 2007.

ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20