Graziani, il medico contro mascherine e vaccino sospeso dall’Ordine dei Medici

Il provvedimento gli ha inibito l’attività degli ambulatori a Ravenna e Mezzano. I suoi pazienti senza assistenza

Attachment

Il dottor Luca Graziani nel suo studio di via Carso

Luca Graziani, il medico di base del sistema sanitario nazionale con centinaia di assistiti negli ambulatori a Ravenna e Mezzano, scettico sull’uso di mascherine e vaccini anti Covid, che avevamo intervistato in esclusiva nel marzo 2021 (con enorme risonanza sul web e strascichi polemici) è stato sospeso ufficialmente dall’attivita professionale dall’Ordine dei Medici ravennate dal primo di gennaio 2022 fino al prossimo giugno.

Già a suo tempo – a seguito delle singolari dichiarazioni di Graziani rispetto ai metodi di prevenzione e cura del Covid 19 e, in particolare, delle relazioni coi propri assistiti non proprio prudenti (secondo le indicazioni Ausl per il personale medico) – il presidente dell’Ordine ravennate Falcinelli aveva assicurato un’indagine sul caso, rispetto alla deontologia professionale e alle disposizioni del sistema sanitario, e un possibile provvedimento disciplinare.

La sospensione – formalizzata nell’agosto scorso ma non messa in atto per il ricorso di Graziani – è stata ufficializzata solo con l’anno nuovo – dopo che il medico contagiato dal Coronavirus, ricoverato in ospedale poi guarito dalla malattia, aveva ripreso la sua attività ambulatoriale, convinto che la guarigione lo avesse definitivamente immunizzato dal virus e fosse inutile, anzi pericoloso, sottoporsi alla vaccinazione obbligata dalle autorità sanitarie in quanto operatore del settore.

Comportamento considerato inaccettabile dall’organizzazione sanitaria locale e dall’Ordine dei Medici che, per l’appunto, dal primo giorno del 2022 hanno sancito l’inibizione al dottor Luca Graziani di svolgere la sua attività professionale.
Per non contare il disagio dei suoi assistiti che ora si trovano senza medico. A questo proposito ha inviato una mail alla redazione un suo assistito, Alessandro Luparini: «Scrivo in merito alla sospensione, per le ben note vicende, del Dott. Luca Graziani, di cui sono un assistito. Senza entrare minimamente nel merito della questione, faccio rispettosamente notare che ad oggi, 5 gennaio, il dott. Graziani non è stato sostituito. Davanti al suo studio in via Carso non si trova uno straccio di informazione. Ciò significa che centinaia di suoi assistiti, alcuni dei quali verosimilmente affetti da gravi patologie, sono rimasti del tutto privi di assistenza sanitaria di base. Voglio sperare che le autorità sanitarie preposte intervengano al più presto per porre rimedio a questa situazione inconcepibile e intollerabile».

Sotto, il documento telematico che evidenzia la sospensione dell’attività professionale del dottor Graziani

 

Doc Sospensione Graziani Odg Medici

 

CONSAR BILLB 16 – 22 05 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
ASER LEAD BOTTOM 01 04 – 30 06 22