In volo da Lugo alla Kamchatka, l’impresa da record su dieci aerei da turismo

Un viaggio lungo 22mila km, da affrontare con 34 scali e 35 piloti. Partenza il 27 giugno

Aereo TurismoDieci aerei da turismo partiranno il 27 giugno dall’aeroporto di Lugo – città natale di Francesco Baracca – per raggiungere la penisola della Kamchatka, attraversando la Russia.

La spedizione avrà una durata di circa quattro settimane, con il rientro in Italia previsto nella terza decade di luglio.

Un viaggio lungo 22.000 km tra andata e ritorno, in cui la pianificazione logistica, la vastità di territori disabitati e l’imprevedibilità delle condizioni meteo rappresentano solo alcune delle sfide che porteranno alla scoperta di terre lontane, di antiche culture e tradizioni.

35 piloti, tra uomini e donne, provenienti da Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Veneto e Sicilia, a turno affronteranno le tappe di questa avventura.

Nei cieli della Russia gli equipaggi italiani saranno raggiunti da un velivolo pilotato da un equipaggio di sole donne russe che parteciperà alla restante parte del raid.

17 gli scali previsti sia all’andata che al ritorno.

In uno di questi, Tambov, circa 500 km a sud di Mosca, presso l’omonimo cimitero internazionale in cui riposano migliaia di caduti della 2^ Guerra Mondiale, si terrà un evento celebrativo per rendere omaggio a tutti i caduti e in particolare ai circa 12.000 soldati italiani che vi riposano.

Èin via di definizione l’organizzazione di un “Business Tour”, dedicato ad industriali italiani, locali e non, che potranno avere contatti diretti con industriali russi nelle maggiori località in cui atterreranno gli equipaggi italiani.

«Il progetto – racconta il presidente dell’Aero Club di Lugo, Oriano Callegati – è nato grazie all’idea di un nostro socio originario della Kamchatka, Denis Losev, che unitamente ad altri soci ne sta curando la complessa pianificazione tecnica e logistica. Molti gli obiettivi che ci siamo proposti, tra cui quelli di stabilire il record mondiale di volo per gruppo di aerei da turismo; promuovere territori sconosciuti, ricchi di storia e risorse naturali; promuovere il turismo aereo, in attesa dell’approvazione di una legge nazionale per l’avioturismo; incrementare le opportunità commerciali tra Italia e Russia».

Imprese come questa – dichiara il sindaco Davide Ranalli – «stabiliscono relazioni tra i popoli anche attraverso passioni come quella del volo ma, soprattutto, certificano il fatto che il nostro Aero Club è sempre più strategico per il territorio con una dimensione pubblica e riconoscibile. Questo tour sarà certamente utile per collocare il nostro aeroporto al centro del turismo aereo, un settore che come associazione nazionale Città dell’Aria di cui sono vice presidente, intendiamo stimolare».

MOSTRA ALLA NATURA PALAZZO SAN GIACOMO BILLB 17 06 – 25 09 22
UNIVERSO BILLB 27 06 – 03 07 22
CONSAR BILLB 23 – 30 06 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
RFM 2022 PUNTI DIFFUSIONE AZIENDE BILLB 16 06 – 21 07 22
ASER LEAD BOTTOM 01 04 – 30 06 22