A Reggio Emilia una trasferta amara per il Ravenna, punito in modo troppo severo

Calcio C / Subito sotto dopo appena due minuti, i giallorossi perdono 3-0 nonostante una prestazione dignitosa. Paura per l’infortunio al ginocchio sinistro occorso a Papa

Reggiana-Ravenna 3-0
REGGIANA (4-3-3): Narduzzo; Lombardo, Spanò, Panizzi, Ghiringhelli; Bovo, Genevier, Carlini (48’ st Chakir); Cianci (10’ st Riverola), Altinier (48’ st Bobb), Cesarini (36’ st Rocco). A disp.: Facchin, Viola, De Santis, Zaccariello, Galli. All.: Eberini.
RAVENNA (3-5-2): Venturi; Ierardi (24’ st Maistrello), Lelj, Capitanio (42’ st A. Ballardini); Venturini, E. Ballardini, Papa (41’ pt Sabba), Selleri, Magrini (42’ st Ronchi); Broso, De Sena (42’ st Samb Fallou). A disp.: Gallinetta, Portoghese, Severini, Cenci, Piccoli. All.: Antonioli.
ARBITRO: Clerico di Torino.
RETI: 2’ pt Altinier, 24’ pt Cesarini, 47’ st Altinier.
NOTE: amm. Magrini, Spanò, Rocco, Ghiringhelli. Angoli: 5-5. Recupero: 3’ pt, 5’30” st.

Alfonso Selleri IMG 0415

Il centrocampista giallorosso Alfonso Selleri

Finisce 3-0 per la Reggiana, come sei anni fa in occasione dell’ultimo confronto, ma il punteggio è troppo pesante per il Ravenna, che disputa una partita più che dignitosa, è bravo a reagire dopo essere stato infilato subito dopo poco più di un minuto e a credere sempre nella possibilità di risalire la china, anche quando, al secondo tentativo, la Reggiana raddoppia. Il 3-0 in pieno recupero serve più che altro per le statistiche ma mortifica troppo Lelj e compagni, costretti a fare i conti anche con l’infortunio a Papa, costretto a lasciare il campo in barella per una botta al ginocchio sinistro.

Inizia il primo tempo, poco più di un giro di lancetta e la Reggiana affonda già il colpo. Cianci si fa largo a sinistra e indirizza sul primo palo dove Altinier è più rapido di tutti: colpo di testa e 1-0. Il Ravenna non si scompone. La squadra giallorossa reagisce bene e mette in mostra una manovra agile e una buona ricerca della profondità. De Sena si fa vedere in zona tiro due volte, senza fortuna. Altinier ci riprova con un’azione in fotocopia al 19’, questa volta di piede, ma il pallone è fuori. Poi al 24’ sugli sviluppi di una rimessa laterale, Cesarini si appropria dell’out sinistro e scarica in rete la sua iniziativa personale, battendo Venturi. Al 35’ la replica giallorossa è in un destro al volo di Ballardini, smarcato al tiro da Broso, con pallone che si perde di un niente sul fondo. Poi si infortuna Papa: una brutta botta al ginocchio sinistro le cui conseguenze saranno da valutare.

La ripresa, dopo il tentativo al 13’ di Cesarini che cerca l’incrocio (Venturi si salva bene), vede il Ravenna piantare le tende nella metà campo della Reggiana: Antonioli passa anche al 4-3-3 con l’inserimento di Maistrello, nel chiaro tentativo di riaprire la partita; Selleri al 27’ (palla che sfiora il palo) e De Sena al 39’ (Narduzzo si distende e devia in angolo) ci vanno vicinissimi su punizione dal limite. La Reggiana tiene le linee molto strette e punzecchia nel finale con le ripartenze; al 46’ sugli sviluppi di un angolo si crea una mischia in area piccola sbrogliata prima da un salvataggio sulla linea di Ballardini e poi da una murata sul tentativo successivo di Altinier. Ma pochi secondi dopo, Altinier si rifà trasformando in rete sottomisura un cross basso.

Le dichiarazione del dopo-gara
Mauro Antonioli (allenatore Ravenna):
«Purtroppo abbiamo iniziato la partita in salita, subendo un gol dopo un minuto, ma la squadra la prestazione l’ha fatta, abbiamo concesso poco, loro al secondo tiro in porta hanno segnato il secondo gol, con una grande azione di Cesarini. Nel secondo tempo abbiamo spinto per cercare di recuperare, ho anche cambiato modulo passando alla difesa a quattro e ad un attacco a tre, e qualcosa abbiamo creato ma non siamo riusciti a riaprire la partita. Nell’ultimo quarto d’ora abbiamo concesso degli spazi per il contropiede della Reggiana ed è arrivato il 3-0, un punteggio che sinceramente credo sia molto largo. Non dico che la Reggiana non abbia meritato, ha fraseggio e qualità di giocatori, ma non ci ha messo sotto sul piano del gioco, la mia squadra ha sempre lottato fino alla fine. Purtroppo oggi è andata male».

Risultati (15esima giornata): Padova-Triestina 2-1, Fano-Sudtirol 0-1, Renate-Teramo 0-0, Sambenedettese-Bassano 0-0, Vicenza-Mestre 0-2, FeralpiSalò-Albinoleffe 1-2, Gubbio-Fermana 0-0, Reggiana-Ravenna 3-0. Riposano: Pordenone e Santarcangelo.

Classifica: Padova (13 gare disputate) 29 punti; Renate (13) 26; Albinoleffe (13) 24; Sambenedettese (13) e Pordenone (14) 21; Mestre (14), Sudtirol (14) e Feralpisalò (14) 20; Bassano (14) 19; Triestina (13) e Fermana (14) 18; Reggiana (13) e Vicenza (13) 16; Teramo (14) e Gubbio (14) 15; Ravenna (13) e Santarcangelo (13) 10; Fano (13) 6.

ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
CNA EMILIA ROMAGNA BILLB 23 – 29 11 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 30 11 21