Davanti ai 3500 del Pala De André la Bunge sbatte contro un muro chiamato Perugia

Volley Superlega / I ravennati giocano alla pari con la Sir Safety per un set ma poi si arrendono alla forza degli umbri trascinati dall’mvp Russell, De Cecco e Atanasijevic e vittoriosi con un netto 3-0

Ravenna-Perugia 0-3
(22-25, 16-25, 18-25)
BUNGE RAVENNA: Georgiev 2, Orduna, Marechal 3, Diamantini 6, Buchegger 11, Poglajen 12, Goi (L); Raffaelli 2, Gutierrez 4, Vitelli. Ne: Marchini, Pistolesi, Mazzone. All.: Soli.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Anzani 3, De Cecco 5, Zaytsev 10, Podrascanin 5, Atanasijevic 13, Russell 15, Colaci (L); Shaw, Della Lunga, Berger. Ne: Ricci, Cesarini (L), Siirila, Andric. All.: Bernardi.
ARBITRI: Goitre di Torino e Gnani di Ferrara.
NOTE – Ravenna: bs 14, bv 3, errori 10, muri 0; Perugia: bs 9, bv 8, errori 7, muri 7. Spettatori: 3500 (incasso 52.575 euro). Durata set: 29’, 25’, 27’ (tot. 81’). Mvp: Russell.

VOLLEY PALLAVOLO. BUNGE RAVENNA SIR SAFETY CONAD PERUGIA.

La panoramica del Pala De André all’inizio del match della Bunge contro Perugia

Si interrompe contro la corazzata Sir Safety Conad la bella serie casalinga della Bunge, che dopo cinque vittorie consecutive a Ravenna non riesce a contrastare la formazione di Bernardi, nuova capolista in virtù del sorprendente ko a Castellana Grotte di Civitanova. In un Pala De André da tutto esaurito, con 3500 spettatori sulle tribune che con il loro entusiasmo regalano lo spettacolo più bello della giornata di Santo Stefano, i perugini sono implacabili in particolare con l’mvp Russell e Atanasijevic, ben diretti al solito dalla regia dell’ispirato De Cecco, e soprattutto a muro fanno sentire il maggior numero di centimetri di altezza. Questa Superlega dà però alla squadra di Soli di riscattarsi quanto prima, con la trasferta di sabato prossimo a Piacenza per la prima giornata del girone di ritorno.

La formazione iniziale schierata dal tecnico Soli vede il palleggiatore Orduna in diagonale con Buchegger, Diamantini e Georgiev al centro, Marechal e Poglajen di banda, Goi in seconda linea. Dall’altra parte della rete il coach della Sir Safety Conad Bernardi si affida alla regia di De Cecco, che orchestra l’opposto Atanasijevic, gli schiacciatori Zaytsev e Russell, i centrali Podrascanin e Anzani (libero Colaci).

VOLLEY PALLAVOLO. BUNGE RAVENNA SIR SAFETY CONAD PERUGIA.

Il muro della Bunge sullo “Zar” Ivan Zaytsev

Il primo break del primo set arriva sul turno al servizio di Russell, con l’americano che firma un ace fortunoso con l’aiuto del nastro e poi costringe all’errore i padroni di casa: 7-9 e Soli chiama time out. Buchegger con due punti di fila pareggia il conto (9-9), ma i perugini accelerano di nuovo con i muri di Atanasijevic (10-13) e Russell: 11-15. La battuta vincente di Diamantini riduce a due le lunghezze di svantaggio (13-15), che però lo statunitense riporta a quattro: 13-17. Zaytsev spara lungo nel boato del Pala De André (18-20) e il divario rimane tale grazie all’errore di Russell: 21-23 con Bernardi che ferma la partita. Buchegger mette a terra la palla del break della speranza (22-23), ma poi spara la battuta lunga e Russell al primo set ball non fallisce: 22-25.

Atanasijevic e Anzani fanno subito scattare sul 6-9 nella seconda frazione la Sir Safety Conad, che con l’ace di Russell e una giocata di Zaytsev allunga in modo ulteriore: 7-12 e Soli chiama i suoi in panchina. Lo statunitense colleziona un’altra battuta vincente (7-13) e Perugia è implacabile in fase di cambio palla, mantenendo le distanze in particolare con Russell: 13-19. Podrascanin realizza i due punti del break conclusivo (16-24), che viene chiuso al primo set ball con l’ace di Zaytsev: 16-25.

VOLLEY PALLAVOLO. BUNGE RAVENNA SIR SAFETY CONAD PERUGIA.

Un attacco dell’opposto austriaco Paul Buchegger

Nel terzo periodo Buchegger vanifica il primo tentativo di strappo degli ospiti e Poglajen li supera al termine di un lungo scambio (6-5), ma un ace di Atanasijevic e il break di Russell ribaltano il punteggio: 6-8 e time out Soli. Poglajen al servizio acchiappa gli avversari (8-8), che fuggono in maniera convinta con il muro di De Cecco: 8-12. Entra Raffaelli al posto di Marechal e si presenta interrompendo la serie vincente degli umbri, poi Buchegger mette a terra la palla del 10-12. Si scatena Atanasijevic con tre punti di fila (11-16), il tecnico giallorosso interrompe la partita, ma De Cecco colpisce dalla linea dei nove metri, scavando un solco maggiore: 11-18. Gutierrez sostituisce Buchegger e dà un po’ di entusiasmo sugli spalti, con due punti consecutivi che valgono il -5: 15-20 e Bernardi chiama i suoi in panchina. Al ritorno in campo gli umbri capitalizzano il largo vantaggio, mettendo la parola fine al match alla prima occasione: 18-25.

Le dichiarazioni del dopo-gara
Fabio Soli (allenatore Bunge Ravenna): «Il periodo che stiamo attraversando è questo e si vede in modo chiaro, con la squadra che non è in grado di produrre gioco con continuità di rendimento. In parte ci siamo riusciti nel primo set, dove siamo stati in partita a lungo, ma non siamo stati abbastanza furbi nei momenti decisivi. L’organico non è al top della forma e ci vorrà del tempo e della pazienza per riprenderci del tutto e tornare ai livelli della prima parte di campionato».

Risultati (13ª giornata di andata): Diatec Trentino-Gi Group Monza 3-1, Azimut Modena-Kioene Padova 1-3, Wixo LPR Piacenza-Calzedonia Verona 2-3, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Biosì Indexa Sora 0-3, Bunge Ravenna-Sir Safety Conad Perugia 0-3, Taiwan Excellence Latina-Revivre Milano 0-3, BCC Castellana Grotte-Cucine Lube Civitanova 3-2.
Classifica: Perugia 33 punti; Civitanova 32; Modena 30; Verona 26; Padova 23; Trento 22; Milano 21; Piacenza e Ravenna 20; Monza e Latina 12; Vibo Valentia 9; Castellana Grotte 7; Sora 6.

RISTORANTE MARRAKECH BILLBOARD 03 – 23 01 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 01 22
REGIONE ER VACCINI BILLB 14 12 21 – 31 01 22