Dal cavallo di Proia esce la beffa per il Ravenna: al “Benelli” passa il Bassano

Calcio C / Una doppietta del centrocampista avversario decide la sfida a favore dei veneti, ma non rovina un 2017 comunque molto positivo

Ravenna-Bassano 1-2
RAVENNA (5-3-2): Venturi; Magrini (44’ st Maistrello), Ronchi, Lelj, Venturini, Rossi (1’ st Barzaghi); Cenci (10’ st Marzeglia), Papa, Selleri; De Sena, Broso. A disp.: Gallinetta, Severini, Samb Fallou, A. Ballardini, Ierardi, Sabba, Piccoli, Capitanio. All.: Antonioli.
BASSANO (4-3-3): Grandi;  Andreoni (42’ st Bortot), Pasini, Bizzotto, Stevanin; Bianchi, Botta, Proia (24’ st Salvi); Venitucci, Diop (33’ st Tronco), Minesso (42’ st Gashi). A disp.: Falcone, Karkalis, Barison, Bonetto, Popovic, Giordani. All.: Colella.
ARBITRO: Perotti di Legnano.
RETI: 22’ pt De Sena, 34’ pt e 17’ st Proia.
NOTE – Ammoniti: Stevanin, Lelj, Botta, Tronco. Spettatori: 1212, incasso di 7217 euro. Angoli: 4-3. Recupero: 0’ e 5’.

De Sena In Area

L’attaccante De Sena aveva sbloccato il risultato a favore del Ravenna

Niente botti di fine anno nel cielo calcistico di Ravenna, ma la sconfitta casalinga patita contro il Bassano non toglie nulla al valore di un anno straordinario, scandito dal ritorno in Serie C, né alle certezze, acquisite strada facendo e consolidate dalla striscia positiva di cinque partite interrotta proprio oggi, di poter stare a pieno titolo in un campionato che si sta rivelando equilibrato e molto difficile, con un organico molto giovane e pieno di debuttanti nei professionisti. I giallorossi si illudono con il gol di De Sena poi subiscono la rimonta, firmata da Proia con due gol in fotocopia. L’andamento del match e l’assalto finale sono la conferma di una partita storta, che butta gocce d’amaro nel Capodanno giallorosso e guasta il congedo dal 2017 e la festa personale di Lelj e Selleri, nel giorno delle 50 presenze in campionato col Ravenna, e di Papa, arrivato a toccare quota 200 presenze in campionato in carriera.

COOP SAN VITALE MRT TEODORIGO 26 10 – 08 11 20

All’inizio del match Botta e De Sena sono i primi a dare lavoro ai portieri avversari, poi lo stesso De Sena si rivela letale e concreto al 22’ quando raccoglie all’altezza del primo palo il cross rasoterra di Ceci e lo tramuta in rete, insaccando il pallone tra palo e portiere. Ancora De Sena, davvero scatenato, ci prova al 33’ su ripartenza e servizio smarcante di Broso, ma trova sulla sua corsa Grandi. Dal possibile 2-0 all’1-1 in un amen. Botta calibra da destra, Proia disinnesca la contraerea giallorossa e supera Venturi con una perfida parabola. Venturi che blocca in due tempi su tiro di Venitucci è l’ultima istantanea del primo tempo.

Ripresa subito scoppiettante: Proia sfiora il palo, Selleri trova un difensore sul suo tiro che sembra destinato in fondo alla rete. Antonioli si gioca la carta Marzeglia passando al tridente, ma il Bassano colpisce al 17’ ancora con Proia, ancora di testa anticipando tutti, questa volta sul cross di Venitucci. Grandi ci mette quei centimetri sufficienti ad impedire a Marzeglia, pronto ad impattare il cross di Magrini, il colpo di testa del 2-2 e Venturi evita il peggio opponendosi a Minesso. Finale con i giallorossi di casa all’assalto del fortino veneto, ma Broso sfiora il palo con un rasoterra dentro l’area e Marzeglia nell’ultimo assalto, con il Ravenna a quattro punte (dentro anche Maistrello), trova un difensore sulla sua strada con il “Benelli” già pronto ad esultare per un gol che avrebbe scritto un pareggio che ci stava tutto.

Le dichiarazioni del dopo-gara
Mauro Antonioli
(allenatore Ravenna): «Oggi siamo incappati in una giornata storta soprattutto a livello di episodi e dispiace finire l’anno con una sconfitta, però non bisogna dimenticare quanto di buono fatto in questo 2017 sia nella prima parte di questo anno vincendo il campionato, che in questa seconda parte con una squadra nettamente in crescita e che sta facendo a mio avviso un ottimo campionato. Anche oggi la squadra ce l’ha messa tutta e tutto sommato credo che il pareggio fosse meritato. Adesso sfruttiamo la sosta per riposare, abbiamo bisogno di ricaricare perché abbiamo speso tanto per inseguire, ma arriviamo a questa sosta con la squadra in un buon periodo, anche se questa sconfitta ha interrotto la serie positiva».

Risultati (21ª giornata): Mestre-Albinoleffe 2-1, Santarcangelo-Gubbio 1-0, Fano-Padova 1-1, Sudtirol-Pordenone rinviata, Ravenna-Bassano 1-2, Renate-FeralpiSalò 2-1, Reggiana-Triestina 2-0, Sambenedettese-Fermana 3-0. Riposo: Vicenza e Teramo.

Classifica: Padova (19 gare disputate) 38 punti; Renate (19) 33; Sambenedettese (18) 32; Feralpisalò (19) e Reggiana (19) 29; Albinoleffe (19) 26; Triestina (18), Sudtirol (18), Pordenone (18) e Bassano 25; Mestre (19) 24; Fermana (19) 23; Gubbio (19) 22; Teramo (18), Vicenza (18) e Ravenna (19) 21; Santarcangelo* (19) 19; Fano (19) 14 (*un punto di penalizzazione).

REGIONE ER PARTECIPAZIONE LEADERB MID1 26 10 – 11 11 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 10 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20