Nel derby coi Tigers primo ko stagionale per la Rekico, “tradita” dai tiri da tre

Basket A2 / Al PalaCattani i faentini pagano il brutto avvio nel primo quarto, con i cesenati sempre in vantaggio fino al termine del match

Faenza-Tigers Cesena 53-61
(14-22, 26-35, 39-44)
REKICO FAENZA: Fumagalli 3, Gay 16, Costanzelli 6, Silimbani, Casagrande 3, Venucci 18, Zampa, Petrucci 7, Pambianco ne, Chiappelli, Santini ne, Petrini ne. All.: Friso.
TIGERS CESENA: Ferraro 2, Dagnello, Trapani 2, Rossi F. ne, Battisti 5, Papa 14, De Fabritiis 15, Raschi 11, Puntolini ne, Poggi ne, Sacchettini 4, Brkic 10. All.: Di Lorenzo.
ARBITRI: Spessot e Zancolò.
NOTE – Usciti per falli: Papa e Ferraro.

Flavio Gay

La guardia della Rekico Flavio Gay

Derby amaro per la Rekico, tradita dalle basse percentuali offensive e da un primo quarto da dimenticare. I faentini tirano con il 28% dal campo con un insufficiente 7/34 da tre punti, troppo poco per battere una delle squadre costruite per salire in A2 come i Tigers Cesena. Nonostante tutto però il carattere ha permesso di arrivare a un finale punto a punto, ottima base per riprendere la corsa in campionato. Dopo la prima sconfitta stagionale i Raggisolaris sono ancora al primo posto in classifica, ma in coabitazione proprio con i cesenati, e dunque le chance per un posto in Coppa Italia restano immutate. Da applausi è stato soprattutto il PalaCattani, gremito e festante per tutta la gara.

L’approccio alla gara della Rekico non è dei migliori ed infatti si fa sorprendere dalla difesa cesenate, brava a chiudere ogni soluzione in attacco. I Tigers si portano sul 12-22 grazie a nove punti di Raschi, prendendo l’inerzia del match. Faenza in attacco trova canestri soltanto da Venucci, autore di 16 dei 26 punti complessivi del primo tempo, e riesce al massimo a portarsi sotto di sette lunghezze (26-33), arrivando all’intervallo sul 26-35.

Il riposo serve a riordinare le idee e infatti al rientro in campo, arriva la riscossa. Un break iniziale vale il 32-35, ma i Tigers rispondono a suon di canestri e con una tripla di Brkic ritrovano la doppia cifra: 32-42. La Rekico ha il merito di non mollare mai, portandosi in diverse occasioni sotto di tre punti, subendo però in ogni occasione i tiri pesanti cesenati. A 35’’ dalla fine Casagrande realizza il 53-58 poi a 15’’ Gay fallisce il canestro che avrebbe potuto regalare una incredibile rimonta.

MARIANI FIGO+PASSATELLI BILLB TOP 29 06 – 05 07 20
RAVENNANTICA – CLASSE CHIARO LUNA BILLB 30 06 – 31 07 20
RAVENNANTICA – CRE BILLB 15 06 – 09 08 20
ART E PARQUET BILLB TOP 25 06 – 09 07 20
CONSAR HOME BILLB 03 – 09 07 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 07 20