Una dolce Crema per una Rekico da record, alla sua nona vittoria in trasferta

Basket B / Netta affermazione in terra lombarda per i faentini, che conducono dall’inizio alla finel del match, tenendo sotto controllo la reazione degli avversari

Crema-Faenza 63-73
(13-23, 33-40, 48-55)
PALLACANESTRO CREMA: Norcino 10, Forti, Toniato 20, Enihe 5, Gianninoni, Di Meco 4, Legnini ne, Benzi ne, Brighi, Montanari ne, Bissi ne, Rotondo 9. All.: Garelli.
REKICO FAENZA: Fumagalli 7, Costanzelli, Silimbani 10, Casagrande 3, Venucci 20, Zampa, Petrucci 14, Santini ne, Sgobba 19, Petrini ne. All.: Friso.
ARBITRI: D’Orazio e De Rico.

Mattia Venucci Rekico

20 punti a Crema per il play della Rekico Mattia Venucci

Vittoria con record per la Rekico. L’ottima prestazione in casa di Crema, chiusa con una netta vittoria, permette ai faentini di chiudere le trasferte di regular season con un bottino di nove vittorie in quindici gare, striscia mai ottenuta in B. Un ulteriore punto esclamativo a una prestazione maiuscola che consente di restare in corsa per il quarto posto insieme a Padova, testa a testa destinata a durare per altre due partite, ovvero fino alla fine del campionato. Menzione speciale per i tanti tifosi manfredi presenti e per Chiappelli, ancora assente per infortunio, sugli spalti a incitare i compagni, in attesa di poter dare loro una mano in campo.

CONAD VINI SABBIONI ORIOLO MRT2 07 – 13 11 19

Si chiedevano risposte alla Rekico dopo l’opaca prestazione con Milano e sono bastati pochi minuti per averle. I Raggisolaris entrano in campo con grande grinta, aggredendo Crema sin dalla prima azione. La difesa viene poi supportata dalle triple e sono proprio cinque tiri pesanti a regalare il primo allungo sul 5-17, vantaggio che diventa 17-31 a inizio secondo periodo. Un parziale costruito grazie al collettivo, perché ogni giocatore riesce a dare il proprio contributo, facendo diventare la Rekico una macchina perfetta. Crema però ha mille vite e con Toniato e Norcino ritorna in scia, rispondendo con le stesse armi, ovvero con una difesa pressante. Gli sforzi permettono di ricucire lo strappo fino al 31-35, ma la Rekico non subisce il colpo. Friso chiama un salutare time out e arriva un break di 5-0 che propizia il 33-40 dell’intervallo.

I faentini mostrano grande lucidità soprattutto nel terzo periodo, quando subiscono il gioco duro degli avversari restando uniti, con Silimbani che diventa il maggior terminale offensivo. Fondamentale è la sua tripla del 44-50 che riporta ossigeno nel momento più difficile del match. Un gesto atletico imitato pochi secondi dopo da Casagrande per il 46-53. Crema riprova a riaprire i giochi e ricuce il gap fino al 55-59, poi la Rekico decide di chiudere i conti e ancora una volta rispolvera il tiro pesante. Questa volta sono Venucci e Fumagalli a sparare dai 6,75 firmando il 55-65 che chiude di fatto i giochi. La firma finale è di capitan Venucci con un 2/2 dalla lunetta per il 63-73 che fa esplodere di gioia il tifo faentino.

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
RAVEGAN HOME BILLB 11 – 24 11 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19