La Rekico vuole iniziare i playoff col piede giusto: a Faenza arriva San Miniato

Basket B / Domani, domenica 28 aprile, i faentini ospitano al PalaCattani (ore 18) la formazione toscana nella prima gara dei quarti di finale. Petrucci: «Dovremo essere bravi a restare concentrati e lucidi quando i nostri avversari saranno molto aggressivi»

Marco Petrucci

L’ala della Rekico Marco Petrucci

La Rekico è pronta a disputare il suo terzo playoff consecutivo in Serie B, potendo contare per la prima volta sul fattore campo a favore, un particolare non di poco conto, visto quanto il calore del PalaCattani sia stato decisivo in tutta la stagione. Il quarto di finale contro la Credit Agricole San Miniato inizierà domani, domenica 28 aprile alle 18, proprio in terra faentina, poi la serie si sposterà a San Miniato martedì 1° maggio, altra gara in programma alle 18. L’eventuale “bella” si disputerà al PalaCattani domenica 5 maggio alle 18. La vincente affronterà in semifinale una tra Omegna e San Vendemiano, mentre nell’altra parte del tabellone si giocano Milano-Alba e Firenze-Cremona.

Quattro anni di serie B, tre qualificazioni ai playoff conquistate e cammino sempre interrotto nei quarti di finale. Sono davvero simili le storie cestistiche della Blukart San Miniato e dei Raggisolaris: oltre a essere state promosse nel terzo campionato nazionale al termine della stagione 2014/15, hanno anche avuto percorsi simili nei playoff. San Miniato ha raggiunto i quarti di finale da ottava nella stagione 2015/16 uscendo al primo turno contro la Bakery Piacenza perdendo 0-2 e nella stagione successiva (da terza) è stata eliminata da Lecco 1-2. Nel 2017/18 ha invece chiuso undicesima. La Rekico si è classificata ai playoff nel 2016/17 e nel 2017/18 da quinta in classifica, uscendo con Firenze (1-2) e con Montecatini (1-2) e quest’anno per la prima volta avrà il fattore campo a favore. Faenza e San Miniato si sono già affrontate nel campionato 2015/16 con i toscani che vinsero entrambe le sfide. «Ci presentiamo ai playoff nella migliore condizione possibile – spiega l’ala Marco Petrucci – e con un quarto posto che riempie d’orgoglio la società, ma che a noi giocatori lascia un po’ di amaro in bocca, perché abbiamo perso alcune gare alla nostra portata come quelle a Bernareggio, Ozzano e Cesena. È comunque un ottimo risultato che ci carica ancora di più in vista della parte più bella della stagione, in cui dovremo dare il massimo. Ancora una volta sarà decisiva la forza del nostro gruppo: una coesione che abbiamo trovato già dalla scorsa estate e che ci ha permesso di disputare un’ottima regular season».

FAMILA – HOME MRT2 14 – 20 11 19

La Credit Agricole si presenta alla post season da quinta in classifica del girone A con un bottino di 38 punti, frutto di 11 vittorie casalinghe e di 8 in trasferta. Anche quest’anno la squadra di Federico Barsotti sta proponendo una pallacanestro fisica e intensa, marchio di fabbrica di una società che sull’agonismo ha costruito tutte le sue fortune negli ultimi anni. Oltre alla qualità e all’esperienza di molti suoi elementi, San Miniato ha nella panchina lunga, una delle sue armi in più. Il miglior realizzatore è l’ala\pivot Ferdinando Nasello con 15 punti di media, che forma una micidiale coppia sotto canestro con l’imolese Jacopo Preti, secondo marcatore dei toscani con 14.9 punti a gara e buon tiratore da tre punti. La regia è affidata ad Andrea Mazzucchelli (12.1 punti di media per lui) e la sua riserva è Michele Magini, giocatore con grande esperienza. La guardia titolare è Simone Lasagni e a completare il quintetto base c’è Alberto Benites (classe 1997). Restando nel reparto under, sono di grande affidamento anche i lunghi Stefano Capozio (’98) e Matteo Neri (’98), bravi nel dare il loro contributo dalla panchina. Tra gli esterni un ruolo importante lo ha anche Carlo Trentin. Completano il roster i giovani Alberto Apuzzo, guardia del 2000, e il terzetto di giocatori del 2001 formato da Ismael Ciano (playmaker), Federico Regoli (ala\pivot) e da Elia Daini Palesi (playmaker). «In questi anni non è mai cambiato il modo di giocare della Blukart – riprende Petrucci – perché Barsotti ha sempre fatto della difesa e dell’intensità i punti di forza delle sue squadre. Anche questa volta mi aspetto una serie dura ed equilibrata e dovremo essere bravi a restare concentrati e lucidi quando i nostri avversari ci metteranno le mani addosso e saranno molto aggressivi. Ho incontrato molte volte San Miniato quando giocavo a Monsummano e a Montecatini e sono sempre state partite molto combattute e sentite visto che era un derby. Nella stagione 2015/16 quando ero a Monsummano perdemmo proprio all’ultima giornata il testa a testa con San Miniato per l’ultimo posto nei playoff».

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
BRONSON TRANSMISSIONS BILLB MID2 16 – 23 11 19
RAVEGAN HOME BILLB 11 – 24 11 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19