Cambi di gestione nei bagni al mare: lo staff di Acrylico riparte da Marina Romea

A Marina di Ravenna nuova vita al Waimea e al Taormina

Alcune trattative sono in fase di definizione proprio in queste settimane, ma sono già noti agli addetti ai lavori alcuni cambi di gestione in spiaggia, anche in stabilimenti balneari con una lunga storia alle spalle. Come il bagno Marisa di Marina Romea, rilevato dai fratelli Mattia e Davide Ravaglia, che intendono in un primo momento proseguire sulla strada tracciata, con ristorante e “racchettoni” a farla da padrone. «Poi magari nei prossimi anni potremmo introdurre qualche novità più significativa per quanto riguarda l’intrattenimento serale», commenta Mattia, che del tema se ne intende, avendo lavorato per oltre dieci anni in collaborazione con il Papeete di Milano Marittima, tra gli stabilimenti più importanti in Italia in quanto a movida. L’ormai ex gestore, Stefano Verlicchi, proseguirà invece a tempo pieno l’attività dell’adiacente Area 47, centro di rimessaggio e di corsi di vela, surf e sup, anche per ragazzi, «un vero valore aggiunto per Marina Romea», sottolinea Ravaglia.

Restando a Marina Romea, desta curiosità la nuova avventura dello staff di Acrylico, il centro che ha chiuso i battenti questo inverno a Bagnacavallo, dopo tre anni e mezzo di proposte culturali, a weekend alternati, all’insegna di quello che era però solo una sorta di volontariato attivo. Ora le tre famiglie che lo gestivano hanno deciso di fare sul serio e rendere quella proposta una professione, portando lo stile Acrylico in un bagno al mare. Hanno rilevato così il bagno Papirriki e gli hanno dato come nuovo nome Polka. «Seguiremo la stessa filosofia di Bagnacavallo – ci spiegano i gestori – per un bagno “bimbi-friendly”, con spettacoli per famiglie ma anche musica dal vivo di qualità». L’apertura è in programma per Pasqua e il primo concerto il 17 aprile con i Musicanti di San Crispino.

CONAD VINI PETER ZEMMER MRT 17 02 – 31 03 21

Passando a Marina di Ravenna, cambiano gestione il Waimea – altro bagno che in questi ultimi anni aveva puntato molto sulla musica dal vivo – e il Taormina, storicamente legato alla famiglia del calciatore, e ora allenatore (del Genoa, in serie A) Andrea Mandorlini. E la nuova gestione tornerà in famiglia, con il figlio Davide, a sua volta calciatore (con il Ravenna in serie D) a occuparsene direttamente. A cambiare – in questo caso, per forza di cose – gestione, sarà come noto anche lo stabilimento balneare più grande di Marina, il Marinabay, in realtà desolatamente chiuso (sequestrato dai carabinieri per il debito verso l’erario dei vecchi titolari) dal 2013. Ad essersi aggiudicato il bando per la concessione ventennale è (vedi articoli correlati) Alessandro Zangaglia – l’imprenditore che ha lanciato diversi locali della movida ravennate, guida il Bbk e ha da poco aperto a Ravenna anche un ristorante, Il Portolano – che sarà affiancato nell’impresa dallo staff della discoteca Matilda. L’obiettivo è quello di riaprire il Marinabay in giugno, ma non è ancora possibile avere certezze in questo senso, in quella che sembra una sorta di lotta contro il tempo.

Infine da segnalare il passaggio di consegne anche al bagno Baloo di Punta Marina, la cui concessione è stata rilevata da Roberto Morgagni che proseguirà nel solco passato, all’insegna in particolare dello sport (il Baloo ha in concessione anche un piccolo circolo velico) e della ristorazione, con un occhio particolare per le famiglie.

SPI CGIL CAMPAGNA TESSERAMENTO BILLB 01 02 – 07 03 2020
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 03 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 31 03 21