143 – Un fotoromanzo per Guidarello

Fotoromanzo Guidarello«L’idolo delle donne sta a Ravenna (…). Si chiama Guidarello Guidarelli. Ha quattrocento anni, ma ancora li porta bene. Il custode dell’Accademia delle Belle Arti ha ricevuto l’ordine di difenderlo dalle turiste straniere. Tre milioni di baci gli hanno seriamente consumato il labbro superiore. Cavaliere e uomo d’armi al seguito di Cesare Borgia, negli anni della sua giovinezza travolse d’amore centotredici gentildonne (…). Una specie di Mike Bongiorno del XV secolo, è oggi considerato il morto più sexy del rinascimento. Intanto la carneficina continua…».
Fino a non molti decenni fa, Guidarello Guidarelli ha goduto della fama di sciupafemmine. Pare sia stato Vittorio Guaccimanni, già direttore dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna, a mettere in giro la curiosa leggenda dell’eroe romantico cui le donne non sapevano resistere. Dopo essere stata esposta nel 1935 al Petit Palais in occasione di una mostra sull’arte italiana del Rinascimento, la statua presentava una lieve incrinatura nel marmo e in diverse parti mostrava segni di imbratto, probabilmente a causa di un calco eseguito frettolosamente.
Fu allora che Guaccimanni inventò la storiella che si era reso necessario ripulire la celebre scultura dalle tracce di rossetto che le focose donne parigine avevano lasciato sul dolce volto del cavaliere. Secondo il racconto che poi si diffuse, le ragazze in cerca di marito, desiderose di sposarsi entro l’anno, altro non dovevano fare se non baciare il «bell’addormentato di Ravenna».

ORIGINAL PARQUET BILLB MID1 FISSO 13 – 19 04 21
RAVENNANTICA MOSTRE TAMO BILLB TOP 08 04 – 30 06 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 30 04 21