Guida di visioni per un Natale che vada oltre alla Poltrona per due

Film Di Natale

Tempo di Natale? Già, meglio presto che mai. Il principe del divano vi scrive una guida alle visioni giuste per il periodo delle feste, rigorosamente da affiancare all’imprescindibile spettacolo di Una poltrona per due la sera della Vigilia.
Una serie leggera, divertente e intelligente è Wellmania, che racconta le disavventure di una food blogger che, finalmente chiamata a fare televisione, si ritrova a dover rivedere il proprio stile di vita completamente scellerato. Serie australiana che ama prendersi in giro, che ha in Celeste Barber una (a noi) sconosciuta mattatrice e vera regina del palcoscenico, perché sembra davvero faccia tutto lei. Da vedere con spensieratezza, anche perché eventuali stagioni successive sono state cancellate da Netflix.

Già da prima dell’estate è uscita la seconda stagione del mitico A casa tutti bene, la serie Sky ispirata all’omonimo film di Muccino e realizzata dallo stesso regista. Dopo una prima sorprendente e appassionante stagione, l’inevitabile sequel percorre le strade dei suoi singoli protagonisti, risultando meno corale ma non per questo meno appassionante e tragicomico. La sensazione è che, pubblico permettendo, la storia della famiglia Ristuccia andrà avanti per molto tempo, e per una volta la cosa non può che fare piacere, perché ci si affeziona inevitabilmente.
Sul versante film si segnala Blood & Gold, prodotto Netflix di Seconda guerra mondiale, che si può definire come se fosse girato da un Quentin Tarantino tedesco in piena follia di realizzare un B-movie: il risultato è sgangherato e divertente, e il titolo mantiene esattamente ciò che dice di essere, oro e sangue, con tanta azione.
I crimini di Jimmy Savile è un documentario Netflix in due parti che racconta la vita di un famosissimo showman britannico che, purtroppo postumo o quasi, si è rivelato essere clamorosamente un criminale. Personaggio poco noto da noi, e il motivo, guardando la serie, è chiaro: ci si vergogna di aver glorificato una persona che era una sorta di mostro. Visione davvero interessante, grazie anche all’abbondante materiale di archivio.
Sempre documentario, l’interessante Rising Phoenix racconta la storia delle paraolimpiadi, è girato davvero molto bene e sa immergere con rara efficacia e delicatezza in un mondo che non conosciamo così bene.

Not Okay è un film Disney con una premessa molto interessante: un’aspirante influencer newyorkese che prima finge di essere a Parigi in ritiro, poi quando nella capitale francese accade un attentato, rincara la bugia dicendo di essere scampata per un pelo. Film girato da una 27enne esordiente (Quinn Shepard) che ben conosce il campo dei social media, che parte in maniera scanzonata e diventa una drammatica riflessione sulle conseguenze di certe azioni compiute in questa epoca. Non tutto funziona, ma è una visione didattica.
Ultimissima, che c’è poco spazio: Do Revenge con Maya Hawke e Camila Mendes, teen movie hitchcockiano che, se dimenticate l’aggettivo appena scritto, si può guardare.

NATURASI BILLB SEMI SOIA 14 – 20 06 24
RFM 2024 PUNTI DIFFUSIONE AZIENDE BILLB 14 05 – 08 07 24
CONAD INSTAGRAM BILLB 01 01 – 31 12 24