Scontro fra camion, un morto carbonizzato: la polizia cerca conferme sull’identità

I due tir divorati da un incendio poco prima della diramazione per Ravenna. Indagini della Stradale: la vittima dovrebbe essere un 35enne residente in Croazia. Ascoltati due automobilisti: prima l’impatto di un mezzo pesante con il guard rail poi con l’altro veicolo

Incidente in A14La persona morta carbonizzata nell’abitacolo di un camion coinvolto con un altro mezzo pesante nell’incidente di stamani nel tratto ravennate dell’A14 potrebbe essere un 35enne croato residente in Croazia. Al momento il condizionale è ancora d’obbligo perché l’identità in mano alla polizia stradale è quella ottenuta tramite ambasciata e si riferisce all’autista che risultava al volante in base alle informazioni raccolte dalla ditta proprietaria del mezzo ma le fiamme hanno distrutto i documenti e mancano quindi conferme: l’identificazione della vittima potrà forse avvenire solo da parte dei familiari, contattati dalle autorità, tramite il riconoscimento di qualche effetto personale scampato al rogo. Gravi ustioni anche per il conducente dell’altro camion, un 56enne bulgaro domiciliato in Bulgaria ora ricoverato al centro grandi ustionati dell’ospedale Bufalini di Cesena.

Il distaccamento ravennate della Stradale ha svolto i rilievi incrociandoli con il racconto di due automobilisti testimoni. Questa la dinamica ipotizzata al momento, ma ancora da sostenere con ulteriori accertamenti: sulla carreggiata sud nel tratto in cui si allarga a quattro corsie in prossimità dello svincolo per la diramazione di Ravenna il tir bulgaro avrebbe sbandato all’improvviso verso destra andando a impattare contro il guardrail metallico causando lo scoppio dei pneumatici e il rientro improvviso verso sinistra dove viaggiava il camion croato. L’urto ha innescato la carambola con i due mezzi che si sono ribaltati e sono stati avvolti dalle fiamme. Entrambi i mezzi sono immatricolati all’estero, uno trasportava rotoballe di carta e l’altro materiale in vetroresina. Al momento non è chiaro quale fosse il tragitto in cui erano impegnati. La polizia ha recuperato un telepass che verrà analizzato se ancora funzionante.

Per i rilievi e i soccorsi la carreggiata è rimasta chiusa fino a metà pomeriggio (uscita obbligatoria a Imola per chi proveniva da Bologna) causando pesanti rallentamenti e km di coda in entrambe le direzioni. Una volta rimossi i mezzi sono state riaperte solo due corsie verso sud: l’alta temperatura dell’incendio ha sciolto l’asfalto e sarà necessaria una nuova stesura prevista per la notte.

CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20