L’epidemia di Covid in provincia contagia altre 141 persone. Accertati 14 decessi

Tra le vittime c’è un uomo di 57 anni: si tratta di morti per cui la Regione ha verificato l’incidenza del virus

Coronavirus LaboratorioGiornata nera quella odierna, 1 dicembre, per quanto riguarda la diffusione della pandemia da Covid-19 in provincia di Ravenna. Se i nuovi casi diagnosticati sono 141, il dato più basso da una decina di giorni, c’è però da registrare l’annuncio dalla Regione di 14 decessi. È bene specificare che le nuove positività riguardano le ultime 24 ore mentre le morti non si sono verificate nello stesso intervallo di tempo. Si tratta di persone decedute anche nei giorni precedenti ma comunicate solo ora dopo che la Regione ha fatto accertamenti ulteriori per verificare la corresponsabilità del coronavirus nell’esito. L’età dei deceduti va da 57 a 93 (otto donne e sei uomini).

Dei 141 casi quelli con sintomi sono 46, percentuale in calo negli ultimi giorni: 126 in isolamento domiciliare e 15 ricoverati. Nel dettaglio sono stati così individuati: 95 da contact tracing di casi già noti; 27 per sintomi; 8 per test privati, 11 per test ospedalieri. I tamponi eseguiti sono stati 1.757. Sono state comunicate 15 guarigioni. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

CONAD NATURAL SALUMI MRT2 28 09 – 31 01 21

I casi complessivamente diagnosticati da inizio contagio nel ravennate sono dunque 8.201: più di duecento sono deceduti, il trenta percento ha raggiunto la guarigione, gli altri sono casi attivi.

Dall’inizio dell’epidemia da coronavirus in Emilia-Romagna si sono registrati 124.541 casi di positività, 1.471 in più rispetto a ieri, su un totale di 16.816 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è dell’8,7 percento. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 46,7 anni.

Sui 712 asintomatici, 416 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 49 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 21 con gli screening sierologici, 3 tramite i test pre-ricovero. Per 223 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 352 nuovi casi; a seguire Reggio Emilia (199), Ravenna (141), Parma (137), Bologna (136), Piacenza (130), Rimini (121), Ferrara (81). Poi Cesena (88), Forlì (50) e Imola (36).

Il report periodico sull’andamento della pandemia in Emilia-Romagna dice che per la seconda volta da fine settembre, il dato sui contagi rilevati ogni cinque giorni mostra una flessione, con 11.791 nuovi casi dal 22 al 26 novembre rispetto ai 11.998 dal 17 al 21 novembre.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.308 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 46.894.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 71.842 (+111 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 68.866 (+139), il 95,8% del totale dei casi attivi.

Si registrano 52 nuovi decessi (compresi i 14 di Ravenna). In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 5.805.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 247 (-2 rispetto a ieri), 2.729 quelli negli altri reparti Covid (-26). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 15 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 14 a Parma (-1), 34 a Reggio Emilia (invariato), 56 a Modena (-3), 56 a Bologna (invariato), 4 a Imola (invariato), 21 a Ferrara (+1),14 a Ravenna (-2), 7 a Forlì (+1), 3 a Cesena (invariato) e 23 a Rimini (+1).

CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 01 21
CONSAR BILLB 07 – 24 01 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 – 31 01 21
COFARI HOME LEAD 14 12 20 – 24 01 21