La questura modifica il corteo contro il rigassificatore, le critiche dei promotori

Confermata la partenza alle 14 del 6 maggio dalla stazione ferroviaria ma la conclusione non sarà in piazza del Popolo e il tragitto userà strade meno centrali

Per Il Clima Fuori Dal FossileIl Comitato provinciale di Ravenna per l’ordine e la sicurezza pubblica ha deciso di modificare il percorso del corteo della manifestazione nazionale in programma a Ravenna il 6 maggio contro il rigassificatore. Il percorso è stato accorciato e distribuito su strade meno centrali e la conclusione sarà in piazza Kennedy anziché in piazza del Popolo perché il percorso che era stato già concordato avrebbe creato disagio alla cittadinanza. I promotori dell’iniziativa – la Rete Emergenza Climatica dell’Emilia Romagna, la Rete No rigassificatori No Gnl e il comitato per il Clima Fuori dal Fossile – lamentano che è stata tolta la piazza del Popolo al popolo.

«Una decisione autoritaria e prepotente – dicono gli organizzatori – che è arrivata proprio nel giorno del disastro idrogeologico della nostra regione esito di decenni di assenza di politiche di tutela del territorio e dell’ambiente. Cercare affannosamente di allontanare il corteo dal cuore della città con motivazioni imbarazzanti significa evidenziare la fragilità, l’isolamento e l’incapacità della politica e delle istituzioni di confrontarsi sul problema più drammatico che l’umanità si trova a dover affrontare: non c’è giustizia sociale senza giustizia ambientale e non c’è giustizia ambientale senza giustizia sociale».

Gli ambientalisti si chiedono perché non sia possibile esprimere democraticamente il dissenso: «Perché ci è negata piazza del Popolo, il luogo e lo spazio di tutte e di tutti, sede di Comune e Prefettura, le 2 istituzioni più importanti della città? Perché tanta preoccupazione e tanta necessità di contenere un corteo ecologista e pacifista? Di chi sono gli spazi e i luoghi pubblici della città? Viene il dubbio che ci sia stato uno scambio. I soggetti pericolosi sono quelli che pensano di essere i padroni della terra oppure quelli che la terra stanno cercando di salvarla?».

I manifestanti invitano tutti i partecipanti a trovarsi in stazione sabato 6 maggio alle 14.

NATURASI BILLB SEMI CHIA PAPAVERO 11 – 21 07 24
RAVENNA SPIAGGE 2024 BILLB 04 07 – 28 08 24
RECLAM SPECIALE CINEMA ARENE RD BILLB 02 07 – 10 09 24
CONAD INSTAGRAM BILLB 01 01 – 31 12 24