Il tempo ritrovato va in Classense

Gli ospiti della nuova rassegna. Si comincia con l’inglese Lawrence Osborne il 19

OsborneColor

“Il tempo ritrovato”, la rassegna di incontri letterari che accompagna da qualche anno l’inverno ravennate, cambia sede e inizia il 19 settembre con un anteprima. Da Palazzo Rasponi, infatti, ogni mercoledì si svolgerà alla Biblioteca Classense di Ravenna a cominciare dall’incontro con l’inglese Lawrence Osborne (nella foto) considerato uno dei più importati scrittori di viaggio, ed erede di Bruce Chatwin, che presenta il suo recente romanzo Cacciatori nel buio, appena pubblicata in Italia dal prestigioso editore Adelphi. La rassegna, sempre curata da Matteo Cavezzali con la collaborazione di Stefano Bon, prosegue poi mercoledì 4 ottobre con la scrittrice e sceneggiatrice pugliese Antonella Lattanzi autrice de Una storia nera (Mondadori) per cui ha «studiato tantissimi casi di violenza domestica per arrivare alla una storia che, in potenza, le contenesse tutte». Mercoledì 11 ottobre il giornalista di Repubblica Federico Pace parlerà di Controvento. Storie e viaggi che cambiano la vita (Einaudi) in cui racconta il viaggio attraversando le vite di Frida Kahlo, David Bowie, Paul Gauguin, Fernando Pessoa, Oscar Niemeyer e altri ancora. Mercoledì 18 ottobre sarà ospite il maestro del noir mediterraneo Omar Di Monopoli. Il suo primo romanzo Uomini e cani è diventato un film interpretato da Sergio Rubini. Ora è tornato con Nella perfida terra di Dio (Adelphi). Il 25 ottobre ci sarà un incontro per la settimana di Halloween dedicato a Dracula il classico di fine ottocento scritto da Bram Stoker che si svolgerà al Museo d’Arte della Città di Ravenna con Tommaso Pincio, il suo traduttore più apprezzato. «Dracula ci insegna che siamo destinati a diventare vampiri ogni volta che ci affezioniamo a qualcuno, e ci ricorda che quando leggiamo un libro succhiamo il sangue dalle parole per diventare immortali». Mercoledì 8 novembre si torna alla Classense con Mariapia Veladiano e il suo romanzo Lei (Guanda) in cui narra la vita di Maria, madre di Cristo, come non è mai stata raccontata prima, mentre il 15 novembre sarà alla Classense Walter Siti per presentare Bruciare tutto (Rizzoli), l’ultimo, discusso, romanzo in cui affronta quello che è forse l’ultimo tabù rimasto nella società occidentale, la pedofilia. Il 22 novembre Fabio Genovesi, dopo il successo di Chi manda le onde, con cui ha vinto il Premio Strega Giovani, torna con Il mare dove non si tocca (Mondadori), il 29 novembre l’attrice Ermanna Montanari e l’illustratrice Leila Marzocchi presenteranno per la prima volta a Ravenna Miniature campianesi (Oblomov) dialogando con il regista Marco Martinelli. Il 4 dicembre appuntamento al Rasi per Franco Arminio, protagonista della serata “Cedi la strada agli alberi” ispirata alla sua raccolta edita da Chiarelettere. Il 13 dicembre arriva Francesco D’Isa con la sua La stanza di Thérèse tra filosofia, narrativa e immagini.

CONSAR BILLB 16 – 22 05 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
ASER LEAD BOTTOM 01 04 – 30 06 22