A Faenza fino al 21 novembre il secondo omaggio al pittore Giulio Ruffini

Dopo l’esposizione di Bagnacavallo, le celebrazioni per il centenario della nascita continuano alla galleria Molinella

Ruffini Le Prugne Blu Anni ‘90 Olio Su Tavola

“Le Prugne Blu” un dipinto di Ruffini degli anni ‘90

Nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della nascita (1921-2021), è saperta al pubblico alla Galleria comunale d’Arte di Faenza (Voltone della Molinella 2), dove resterà allestita fino al 21 novembre, un’ampia esposizione delle opere di Giulio Ruffini, una delle figure che più hanno contribuito a dare un volto e un’identità alla Romagna attraverso l’arte.
La mostra, dal titolo “Dalla meraviglia del vero al rimpianto del passato”, a cura di Franco Bertoni, è il secondo appuntamento della serie: arriva dopo la retrospettiva “1950-1967” organizzata a inizio anno a Bagnacavallo – paese natale dell’artista – e precede di pochi giorni l’apertura dell’antologica “Audacia e prudenza”, allestita a Bologna presso Palazzo d’Accursio (6-27 novembre), terza tappa di un viaggio che toccherà infine le città di Rimini e Ravenna.
Un percorso che prevede, in ciascuna sede, l’approfondimento dei diversi periodi e delle varie tematiche connesse alla produzione del pittore romagnolo.

Giulio Ruffini Studio

Giulio Ruffini nel suo studio

L’esposizione, patrocinata dal Comune di Faenza, prende il via dal suo primissimo dipinto: non a caso, una “natura morta”, datata 19 novembre 1942.  «Nei decenni successivi – scrive Franco Bertoni, curatore della mostra, nell’introduzione al catalogo –nonostante le pressioni del presente che lo hanno portato a realizzare cicli identificativi del suo percorso artistico e anche del suo impegno civile e morale, è tornato, quasi fosse posseduto da una ossessione del primo amore, a dipingere nature morte, molte delle quali proprio su tavola e, spesso, con un liberatorio abbandono alle più intime sensazioni, alla bella pagina e alle infinite possibilità di un colore che ammalia per sottili metamorfismi e potere epifanico». Ed è proprio su questo filone che si concentra l’esposizione».

Fino al 21 novembre si potrà visitare tutti i giorni ad eccezione del lunedì dalle 17 alle 19, martedì, giovedì e sabato anche dalle 10:30 alle 12:30 (ingresso libero).

LEGACOOP PROGETTO DARE INNOVATORI BILLB TOP 24 01 – 06 02 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 01 22
REGIONE ER VACCINI BILLB 14 12 21 – 31 01 22