All’Alighieri va in scena la “sfida” tra Madre Terra e Tecnologia

Ermanna Montanari, con le immagini di Stefano Ricci e il contrabbasso di Daniele Roccato, apre la stagione di Ravenna, dal 25 al 28 novembre

Madre Spettacolo1Si apre il sipario – dal 25 al 28 novembre (alle ore 21 e alle 15.30 domenica) sulla Stagione dei Teatri in scena all’Alighieri con lo spettacolo MADRE. Un  lavoro che nasce dall’incontro di tre artisti dallo stile inconfondibile: Ermanna Montanari, attrice e autrice, Stefano Ricci, pittore e illustratore, Daniele Roccato, compositore e contrabbassista solista. A partire dal poemetto scenico scritto per loro da Marco Martinelli, si confrontano in scena intrecciando gli onirici disegni, realizzati dal vivo di Ricci alle magmatiche sonorità vocali di Montanari e a quelle dolci e lancinanti del contrabbasso di Roccato.

MADRE è anche il primo spettacolo dell’anta della Stagione denominata Malagola, la scuola di vocalità e centro studi sulla voce diretto da Ermanna Montanari con la vicedirezione di Enrico Pitozzi, studioso e docente dell’Università di Bologna.

MADRE ci racconta di un figlio e una mamma contadina: lei è caduta dentro un pozzo. Per disattenzione? Per follia? Per scelta? Non si tratta di un dialogo: è un dittico, composto da due monologhi, lui che la sgrida e va a cercare gli strumenti, argani e moschetti, tubi di ferro e carrucole, la “tecnologia” per tirarla fuori, lei che in fondo, nel fondo di quel pozzo che pare infinito, confessa di non avere paura, di non sentirsi a disagio. Da quel paesaggio desolato si staglia l’allegoria di una Madre Terra sempre più avvelenata, l’incubo di una “tecnologia” che, anziché aiutare con discrezione l’umanità, si pone come arrogante e distruttrice, capace di devastare equilibri millenari. Nell’intarsio del testo, tra italiano e dialetto romagnolo, emergono due figure in bilico tra la realtà cruda dei nostri giorni e i simboli di un futuro minaccioso e indecifrabile: sembrano emblemi di una fiaba orientale.

Madre SpettacoloSabato 27 novembre  alla Sala Corelli del Teatro Alighieri ore  17 è in programma anche la presentazione del libro Il teatro nel cinema di Laura Mariani (Luca Sossella Editore 2021). Saranno presenti l’autrice (docente universitaria e studiosa di teatro), Miro Gori (storico del cinema) e Francesco Tedde (Antropotopia) in dialogo con Marco Martinelli e Ermanna Montanari. Alle ore 18 ci sarà la proiezione di ER , il film di Marco Martinelli dedicato all’arte in vita di Ermanna. Er è la terza prova di sconfinamento di Marco Martinelli in campo cinematografico ed è stato voluto e pensato nei mesi di febbraio, marzo e aprile 2020, partendo da una serie di materiali di archivio, una sorta di “sezione aurea” delle opere costruite negli anni insieme a Ermanna Montanari, e nato dal desiderio di Martinelli (come si legge nelle sue note al film) di «rendere grazie all’arte straordinaria di Ermanna, volto e voce, ricambiando il dono che mi ha fatto in quarant’anni di vita e teatro insieme».

Fino a domenica 28 novembre  in occasione dello repliche di MADRE la galleria d’arte Monogao 21 a Ravenna (via Alberoni 5) presenta una serie di disegni su carta e su tavole che Stefano Ricci ha realizzato per lo spettacolo. Le opere rimarranno esposte e visibili negli orari della galleria, tutti i giorni dalle 18 alle 22.

Grazie al servizio “In viaggio  verso il teatro” i cittadini delle Circoscrizioni Nord e Sud del Comune di Ravenna e del Comune di Alfonsine hanno l’opportunità di assistere agli spettacoli de La Stagione dei Teatri 2021/2022 usufruendo di un servizio di gratuito di navetta (l’autobus non ha costi supplementari oltre al prezzo dell’abbonamento).

ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 31 12 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21