Crociere bloccate fino al 3 aprile, l’unico arrivo a Ravenna era già cancellato

La Gct aveva già annullato il viaggio della Arethusa in calendario a Porto Corsini il 20 marzo. La stagione del terminal ora guarda al 3 maggio

Il terminal crociere di Porto Corsini (foto da Ravennatp.it)

Stop alle crociere in Italia, almeno fino al 3 aprile. Per contrastare la diffusione del coronavirus, il ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha emesso  il 19 marzo un decreto con cui si sospendono i servizi delle navi italiane e si blocca l’arrivo nei porti italiani di quelle estere. Il calendario degli attracchi al terminal crociere di Ravenna prevedeva proprio per oggi, 20 marzo, il primo dei 34 arrivi programmati nel 2020 ma la compagnia americana Gct aveva già deciso di cancellare il viaggio della nave Arethusa, attualmente ormeggiata a Lussino (Croazia).

Al momento il provvedimento del ministero è valido fino al 3 aprile ma è plausibile che, così come già annunciato per scuole e attività non essenziali, verrà prorogato. In ogni caso nell’intero mese di aprile a Ravenna erano previste due sole toccate con la stessa compagnia Gct che ha già cancellato tutte le partenze anche di aprile. Il primo ipotetico appuntamento per la stagione crocieristica di Porto Corsini quindi a oggi è il 3 maggio.

COOP SAN VITALE MRT TEODORIGO 26 10 – 08 11 20

Per quanto riguarda le navi di bandiera italiana, le società di gestione, gli armatori e i comandanti, una volta adottate tutte le misure di prevenzione sanitaria disposte, sono tenuti a sbarcare tutti i passeggeri presenti a bordo nel primo porto disponibile. Da quel momento, le navi battenti bandiera italiana non potranno più imbarcare passeggeri fino almeno al 3 aprile.

La procedura di sbarco prevede che i passeggeri italiani non positivi al Covid 19 possano rientrare con i dispositivi di sicurezza alle loro abitazioni con mezzi non di linea organizzati dall’armatore per avviare il periodo di sorveglianza sanitaria fiduciaria domiciliare. Per quanti non positivi al Covid-19, ma stranieri, l’armatore dovrà organizzare il rientro in patria con mezzo non di linea. Per gli eventuali passeggeri positivi, o entrati a stretto contatto con un caso positivo, valgono le disposizioni sanitarie già vigenti, salvo diverse determinazioni dell’autorità sanitaria.

Le navi passeggeri battenti bandiera straniera impegnate in servizi di crociera non potranno più fare ingresso nei porti nazionali.

REGIONE ER PARTECIPAZIONE LEADERB MID1 26 10 – 11 11 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 10 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20