Il Niballo tira un sospiro di sollievo: i purosangue inglesi potranno correre

Palio NiballoIl Ministero ha dato l’ok: i purosangue inglesi potranno correre al palio del Niballo. Fuori da Faenza è probabile che questa concessione, in deroga ad un decreto entrato in vigore in agosto, dica poco ma quella norma rischiava di rovinare la corsa simbolo della città manfreda. Con ordine: il 3 agosto dello scorso anno è entrata in vigore l’ordinanza Martini che vietava l’uso dei purosangue inglese nei palii cittadini a causa “di un incremento significativo del numero di incidenti che hanno visto prevalentemente il coinvolgimento di cavalli di razza purosangue inglese”.

I rioni sono entrati in subbuglio. Non soltanto perché a Faenza gli incidenti ai cavalli sono più rari che altrove ma anche perché non pochi degli ultimi vincitori del Niballo appartengono a quella razza. Inoltre le scuderie di alcuni rioni sarebbero rimaste in pratica senza cavalli nel caso in cui Faenza non avesse ottenuto la deroga. La buona notizia è arrivata ieri, mercoledì 10 maggio:  l’Ufficio palio del Comune , ha ottenuto una specifica certificazione in cui il ministero della Salute, premesse una serie di considerazioni sulle caratteristiche specifiche del Niballo, afferma espressamente che i divieti previsti dall’ ordinanza  non si applicano alla corsa faentina.

Per il Sindaco Giovanni Malpezzi «si tratta di un importante riconoscimento del percorso che l’ amministrazione comunale e il senatore Stefano  Collina hanno subito avviato, una volta entrata in vigore l’ordinanza 3 agosto 2016, per garantire la continuità e la spettacolarità dell’evento Palio. In questi mesi le sollecitazioni, l’interessamento e il sostegno del mondo rionale alla questione, non sono mai mancati e sono stati di grande supporto per raggiungere questo risultato importante»

WIND BILLB MID1 01 – 24 08 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 08 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20