La sinistra con Gattamorta: ridurre tasse comunali e rivedere orari della spiaggia

Impiegato, senza esperienze politiche alle spalle, il 51enne si candida a sindaco per il dopo Coffari: «Se la coalizione di Medri dovesse perdere sarà per il malgoverno». Politico più stimato? «Mattarella»

Gianluca Gattamorta

Con Gianluca Gattamorta della sinistra completiamo il giro di interviste ai quattro candidati sindaco di Cervia per le elezioni amministrative del 26 maggio quando si sceglierà il successore di Luca Coffari. Gattamorta ha 51 anni e si dice cattolico. In caso di ballottaggio nessuna indicazione ai suoi elettori. Le altre interviste sono qui: Medri (Pd), Cellini (Lega), Bonaretti (M5s).

Nome: Gianluca
Cognome: Gattamorta
Data e luogo di nascita: 13 settembre 1968, Ravenna
Titolo di studio: Scuola Professionale Lugaresi Cesena (Meccanico)
Professione: Impiegato
Stato civile: Coniugato
Reddito 2018: Euro 26.252,49 lordo
Auto: Nissan Qashqai usata

FAMILA – HOME MRT2 17 – 23 10 19

Slogan elettorale: «Cambia insieme a me questa città».
Coalizione: «Partiti della sinistra più indipendenti».
Precedenti esperienze politiche: «Nessuna».
Personaggio politico attuale che più stima: «Il mio Presidente della Repubblica Sergio Mattarella».
Orientamento religioso: «Cattolico»

Quale sarebbe il primo provvedimento se diventasse sindaco?
«Riduzione del 50% della addizionale Comunale in quanto viene pagata nei fatti dai lavoratori dipendenti, pensionati e piccoli artigiani».

57176965 2303582209963916 8957413290925883392 OTra cinque anni cosa vedrebbe un visitatore venendo a Cervia che oggi non può vedere?
«Le entrate della città che dovranno essere una cartolina che deve invogliare chi transita sulla statale adriatica a visitare la nostra città giardino».

Qual è stata la mancanza più grave della passata amministrazione?
«Le mancanze sono state diverse: la prima, aver dato la possibilità indiscriminata delle aperture serali sulla spiaggia alla ristorazione garantendo a pochi il diritto di mangiare tre polli lasciando a tanti altri solo le piume. La seconda, non aver contrastato con una normativa il degrado che ha colpito una delle nostre principali località di pregio come Milano Marittima, permettendo nei fatti dei “rave alcolici e rumorosi” con una concentrazione di persone e senza le dotazioni necessarie per eventi di una certa portata, contribuendo a rendere il luogo non più come una località di pregio, come dai numerosi episodi evidenziati già dalla cronaca».

Quale è stato l’intervento che ha invece più apprezzato?
«Come Presidente del Consiglio di Zona delle Terme-Malva Nord, dopo un confronto con la popolazione del mio quartiere ho presentato un progetto Cartolina all’assessore di riferimento e al sindaco, un progetto che puntava alla riqualificazione del mio territorio. Messa in sicurezza di tutte le strade, incroci, viabilità, potatura del verde, pulizia caditoie, cose che si sono realizzate».

Di che tipo di investimenti ha bisogno Cervia in tema di…

…sicurezza?
«La sicurezza è anche avere un welfare cittadino che garantisca a persone anziane famiglie e bambini una vita migliore, inoltre la sicurezza sul lavoro è un tema importante in quanto gli infortuni egli incidenti mortali sono all’ordine del giorno e anche il nostro territorio purtroppo non è stato immune ad eventi cosi tragici, la sicurezza di vedere rispettate le norme contrattuali nel lavoro. A livello nazionale purtroppo sono stati tagliati i costi all’Inail a carico delle imprese e i soldi sono stati presi dal fondo per gli infortuni sul lavoro. Poi maggiore sorveglianza sul territorio, installazione di sistemi di videosorveglianza, messa in sicurezza di tutte le strade del territorio, una illuminazione degli stradelli pinetali a Pinarella e Tagliata».

…turismo?
«La parola d’ordine è diversificare, bisogna puntare sulla destagionalizzazione tramite la creazione di eventi che attirino persone, bisogna puntare sul territorio e le sue tipicità come le saline e la pineta, luoghi unici. Il Termalismo. Abbiamo la fortuna di essere collocati come città in un punto strategico, quindi si possono fare pacchetti integrati con la visita ai tanti siti storici e culturali che ci sono in un raggio di 30 km. Si mangia anche con la cultura il tutto coinvolgendo le rappresentanze intermedie che possono portare preziosi contributi».

…welfare?
«Potenziare i servizi ai cittadini, nel mio territorio ci sono circa 5mila persone anziane che necessitano di maggiore attenzione e assistenza, ampliando la collaborazione con le associazioni di volontariato che sono una preziosa risorsa per questa città. Inoltre abbiamo in mente di adibire una parte dell’attuale ospedale di Cervia a un ospedale di comunità introducendo per i turisti la figura del pediatra di comunità per garantire ai bambini una assistenza e una sicurezza maggiore sul territorio. Oltre a questo vogliamo la tutela dei presidi medici del forese».
Cervia vive di turismo ed è la città che continua a registrare i redditi medi più bassi in provincia. Come se lo spiega?
«Va fatto notare che c’è anche la presenza di numerose banche a fronte dei redditi bassi dichiarati, la cosa è molto strana. Questo mi fa pensare che l’evasione e l’elusione fiscale sia enorme sul nostro territorio e che non ci sono i controlli necessari da parte dello Stato. Come Sindaco useremo tutto quello che la legge mi consente di fare per combattere tale situazione, costruendo un ufficio apposito».

58847419 2315791912076279 468338914881437696 NIn caso di ballottaggio c’è uno degli altri tre candidati che potreste sostenere?
«Nessuno, per noi saranno i nostri elettori a decidere».
Ma se il centrosinistra dovesse perdere, non vi sentireste responsabili? Dal vostro punto di vista, sarà pur sempre preferibile a un governo locale con la Lega?
«Se dovesse perdere la causa va ricercata nel malgoverno, ma poi dov’è la sinistra lei vede la sinistra nella coalizione che sostiene Massimo Medri?».
Nel simbolo che la sostiene compaiono solo tutti e quattro i partiti della galassia di sinistra, che però non vanno insieme alle europee, visto che Possibile sarà con EuropaVerde. Lei cosa voterà il 26 maggio per il Parlamento Ue?
«La Sinistra. Faccio notare che Civati ha comunicato la sua fuoriuscita dalle liste, gli amici di Possibile hanno capito che a Cervia l’unica alleanza possibile è con la sinistra».

RAVEGAN HOME BILLB 14 – 31 10 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19