Giunta Ranalli bis: più rosa, più Verdi e in continuità

Il sindaco che ha vinto al primo turno ha presentato la squadra di governo locale: sette assessori, di cui 5 donne rispetto alle 3 del mandato precedente, ci sono quattro conferme e c’è una poltrona per gli ambientalisti entrati in coalizione

La Nuova Giunta Del Comune Di Lugo, 12 Giugno 2019 (2)

Più rosa, più verde e nel segno della continuità. Sono le caratteristiche che possono definire la nuova giunta comunale di Lugo presentata alla Rocca stamani, 12 giugno, dal neo rieletto sindaco Davide Ranalli. I componenti sono sette (massimo consentito per i Comuni con popolazione tra 30mila e 100mila abitanti), le donne sono cinque contro le tre del mandato precedente, c’è un assessorato per i Verdi che dopo cinque anni di opposizione erano parte della coalizione che ha vinto al primo turno e le conferme sono quattro. Gli assessori erano sette già nell’ultimo mandato, per un errore di cui ci scusiamo con i lettori e diretti interessati era stato scritto che la squadra era cresciuta.

FAMILA MRT2 27 02 – 04 03 20

I tre nuovi assessori sono Veronica Valmori, Luigi Pezzi e Maria Pia Galletti. Valmori, 36 anni, geometra, avrà le deleghe a Lavori pubblici, Patrimonio, Manutenzioni, Decentramento, Polizia municipale e controllo sociale del territorio. Pezzi ha 26 anni, nato a Faenza, è ingegnere civile «e da anni – scrive il Comune – partecipa alla politica locale assistendo alle sedute del consiglio comunale e alle varie consulte di decentramento»: avrà le deleghe in Scuola, Famiglia e solidarietà sociale, Infanzia, Urp e comunicazione, Informatica, Servizi demografici, Ufficio elettorale. Galletti ha 64 anni, lavora per il Servizio di salute mentale dell’Ausl; dagli anni ’80 ha partecipato alla nascita del movimento ecologista, della Federazione dei Verdi e dell’Università popolare di Romagna (Università Verde); avrà le deleghe a Verde, Mobilità, Ambiente, Sviluppo green ed ecologia, Politiche sanitarie. L’assessora Valmori è nominata inoltre “assessore anziano”: come previsto dall’ordinamento amministrativo italiano, viene delegata alla partecipazione alle riunioni di giunta dell’Unione dei Comuni in caso di assenza o impedimento del sindaco e del vicesindaco.

Pasquale Montalti, nato a Lugo nel 1950, viene confermato in giunta e a lui viene affidato il ruolo di vicesindaco. Pensionato, ha lavorato per tutta la vita nell’ambito dei servizi sociali, è stato presidente dell’Avis di Lugo. Avrà le deleghe in Sport, Associazionismo, Volontariato, Promozione territoriale e urbana, Affari generali.

Tra le riconferme Anna Giulia Gallegati (34 anni, studentessa di Ingegneria civile e ambientale all’Università di Ferrara) che conserva le deleghe a Cultura, Politiche giovanili, Biblioteche e musei e Pari opportunità e aggiunge al proprio portafoglio Legalità e Gemellaggi. Valentina Ancarani (classe 1985, ingegnere edile, impiegata all’istituto scolastico comprensivo Matteucci di Faenza), conserva le deleghe precedenti, ossia Urbanistica, Edilizia privata e Protezione civile. Lucia Poletti, nata a Faenza il 19 maggio 1960, operatore dell’orientamento al Centro per l’impiego di Lugo, avrà infine le deleghe a Welfare, Formazione e lavoro, Diritti dei nuovi cittadini, Immigrazione, Integrazione sociosanitaria, Tutela dei diritti degli animali, Politiche per il diritto alla casa.

Il sindaco ha tenuto per sé le deleghe in Qualità urbana, Progetti speciali, Società partecipate, Organizzazione e personale, Tributi, Controllo di gestione, Bilancio, Attività produttive, Sviluppo economico.

Ranalli ha voluto spiegare i due principi fondamentali seguiti per la composizione della giunta. «Il centrosinistra ha vinto al primo turno, questo significa che l’amministrazione è stata giudicata positivamente dai cittadini e proprio per questo ho ritenuto necessario costruire una continuità rispetto all’esperienza precedente; da qui la scelta di riconfermare ben quattro degli assessori della giunta precedente. La seconda considerazione riguarda la coalizione che mi ha sostenuto, una coalizione allargata anche a soggetti, civici e politici, che in passato non erano schierati in modo unitario con il centrosinistra; ciò significa che il lavoro di questi cinque anni è stato attrattivo anche per forze politiche e sociali che prima erano fuori dalla nostra orbita. Ho voluto verificare le condizioni affinché vi fosse la possibilità di allargare la giunta nel modo più rappresentativo possibile, per dare massima visibilità alle forze che hanno scelto di stare con noi». Così si spiega l’assessorato in quota ai Verdi con Galletti.

TORNERIA IN LEGNO CP BILLB TOP 30 01 – 29 02 2020
AGENZIA MARIS BILLB CP 25 02 – 31 03 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20