Maratona notturna in Regione per l’approvazione della legge contro la transomofobia

Il centrodestra ha presentato 1.787 emendamenti. Si annuncia la seduta più lunga di sempre nella storia della Regione

Manuela Rontini

Manuela Rontini (Pd) con la montagna di emendamenti presentata dal centrodestra

Maratona notturna in Regione per approvare la legge contro la transomofobia. Il disegno di legge presentato del centrosinistra è in discussione in queste ore. Il centrodestra ha presentato 1.787 emendamenti in ottica di ostruzionismo. Di fronte a questa mossa, l’Assemblea ha deciso di andare avanti ad oltranza per la discussione degli emendamenti. «Sono le 5 di mattina – scriveva questa mattina, 26 luglio, l’assessore al Turismo Andrea Corsini su Faebook – e non si molla di un millimetro. Avanti con i lavori dell’aula. Nonostante l’ostruzionismo dei partiti della destra, noi siamo qua a tutelare i cittadini della nostra straordinaria Regione».

Manuela Rontini – consigliera Faentina del Pd – ha raccontato sui social la maratona che dovrebbe concludersi nella mattinata di sabato: «Per fare ostruzionismo, le destre hanno presentato 1787 emendamenti sul progetto di legge contro le discriminazioni e le violenze determinate dall’orientamento sessuale o dall’identità di genere. Noi Consiglieri di maggioranza ci siamo organizzati per garantire, tutti insieme, il numero legale in Aula e il proseguimento delle votazioni”.

CONAD VINI SABBIONI LITI MRT2 05 – 11 12 19

La seduta è iniziata il 25 luglio alle 16.43. Se l’aula finisse domani alle 12 sarebbe la seduta più lunga di sempre dalla nascita della Regione nel 1970. Alla seduta vanno aggiunte oltre sette ore di discussione generale, iniziata alle 11 di mercoledì. Il record precedente era detenuto da un’altra seduta di 20 anni fa che ebbe per protagonista il consigliere di opposizione di sinistra Carlo Rasmi. Con oltre 1.000 emendamenti dall’11 al 15 gennaio 1999 Rasmi bloccò per oltre 39 ore l’allora maggioranza sulla legge sul diritto allo studio.

Il provvedimento, su cui il centrosinistra è determinato al sì dopo aver trovato la sintesi e un dialogo coi Cinquestelle, mentre il centrodestra mantiene una dura opposizione- provvedimento auspicato dalle associazioni Lgbtqi e avversato da quelle cattoliche e pro vita potrebbe quindi passare alla storia di questa maratona. Nel centrosinistra molti sono rassegnati alla prosecuzione dell’Aula anche domenica.

Proprio per questo dalle file della maggioranza Igor Taruffi (Si) ha fatto appello a Fdi a valutare la rinuncia all’ostruzionismo non tanto “per noi consiglieri regionali che siamo pagati profumatamente” quanto per “la struttura amministrativa a cui stiamo chiedendo uno sforzo straordinario” che penalizza anche “le loro esigenze di vita famigliare”. Da Taruffi il riconoscimento a Giancarlo Tagliaferri, Michele Facci e Fabio Callori, i tre consiglieri Fdi di “essere riusciti a produrre il blocco dei lavori e dunque aver raggiunto l’obiettivo della visibilità politica”. Anche Andrea Bertani (M5s) rivolto a Fdi ha sottolineato dal suo punto di vista di esponente dell’opposizione che “è giusto e corretto segnare il punto politico. Ma ora Fdi sta scavando un solco tra ssé e il resto dell’Assemblea”.

“Se c’è qualcuno che ha voluto imporre una maratona è stata la maggioranza- ha replicato a Taruffi il meloniano Michele Facci- l’oltranza non l’abbiamo decisa noi, ma la maggioranza l’ha imposta ai lavori il primo e il terzo giorno dell’Aula. Su questa materia si è consumata, fin dalle sedute di commissione, una delle contrapposizioni ideologiche più forti di questo ente, almeno a mia memoria. Per questo non possiamo essere coinvolti sul tema dei lavoratori della struttura a cui siamo comunque riconoscenti”.

 

CONSAR HOME BILLB MID1 02 – 08 12 19
ASER LEAD MID2 02 – 31 12 2019
COFARI HOME LEAD MID2 25 11 – 15 12 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19